Salta al contenuto

Allergie, ne soffrono oltre 700.000 toscani

9 aprile 2011 | 09:37
Scritto da Lucia Zambelli
 


FIRENZE - Con la primavera, e il diffondersi nell'aria dei pollini, sono scoppiate le allergie, un vero incubo per chi ne soffre, con lacrimazione e arrossamenti degli occhi, irritazione delle vie respiratorie, tosse, raffreddore, fino a vere e proprie crisi asmatiche. In tutti i paesi industrializzati, Italia compresa, le malattie allergiche sono in continuo aumento, i dati statistici indicano una prevalenza media nella popolazione di oltre il 25%. Gli esperti ritengono che almeno una persona su cinque soffra di malattie di origine allergica per lunghi periodi della vita: in Toscana, dunque, oltre 700.000 persone.

Nel periodo primaverile, in cui si ha la massima concentrazione di allergeni nell'aria, la terapia con corticosteroidi topici nasali, antistaminici e colliri antiallergici consente di tenere sotto controllo i fastidiosi sintomi come lacrimazione, starnuti e prurito nasale. "La Toscana si è fatta carico di dare una risposta concreta ai cittadini allergici - ricorda l'assessore al diritto alla salute Daniela Scaramuccia - ed è l'unica Regione a fornire gratuitamente alle persone affette da rinite allergica persistente i cosiddetti "puff nasali" (la delibera è del 31 maggio 2010). Inoltre, per garantire un'assistenza uniforme su tutto il territorio regionale e dare risposta a tutti coloro che sono affetti da questa patologia, soprattutto nelle zone che sono sprovviste di servizi adeguati, la Toscana ha costituito un tavolo tecnico con i professionisti, per definire la cosiddetta Rete allergologica integrata toscana, che consenta una accurata e precoce diagnosi, e conseguente presa in carico".

Gli esperti ricordano però ai pazienti che sarebbe opportuno fare azione di prevenzione, e non cercare di correre ai ripari quando l'allergia è già scoppiata. "E' importante ricordare – dice il dottor Franco Cosmi, che è stato a lungo direttore del servizio di allergologia all'ospedale di Prato – che esistono riniti allergiche che si manifestano in periodi precisi dell'anno: ad esempio, l'allergia al cipresso va da febbraio a marzo, quella da graminacee da aprile a tutto giugno, ecc. Chi è allergico nel periodo primaverile ha nove mesi per fare le prove. E' preferibile – spiega ancora l'allergologo – effettuare la visita allergologica e le prove allergiche prima dell'avvento della stagione pollinica, perché quando si fanno le prove vanno sospesi i farmaci antistaminici, che sono uno dei pilastri della terapia in questo periodo. Invitiamo quindi tutti gli interessati a effettuare la visita allergologica soprattutto nei periodi in cui i sintomi non sono presenti. Una volta posta la diagnosi la terapia deve essere effettuata preventivamente alla fioritura e continuata per tutta la stagione del polline per il quale il soggetto è sensibilizzato".

Ma il paziente che si trova ora a fronteggiare un'allergia, cosa deve fare? "Rivolgersi al proprio medico di famiglia - è la risposta dell'allergologo - per farsi prescrivere una terapia sintomatica a base di corticosteroidi topici nasali, antistaminici e colliri antiallergici, in modo da superare la stagione, e rivolgersi poi con calma alle strutture allergologiche".


  • Condividi
  • Condividi
Questo contenuto è stato archiviato sotto Salute

Seguici su Facebook Twitter YouTube  Instagram RSS

Contenuto Web

Enrico Rossi Presidente
Monica Barni Vice Presidente
Vittorio Bugli Presidenza
Vincenzo Ceccarelli Territorio
Stefano Ciuoffo Economia
Federica Fratoni Ambiente
Cristina Grieco Istruzione
Marco Remaschi Agricoltura
Stefania Saccardi Sanità


L'agenda della Giunta

servizio antincendi boschivi

Leggere in Toscana

App Toscana Notizie (versioni per iOS e Android)

WhatsApp Toscana Notizie - 366-6694483

Facebook Toscana Notizie - Pagina ufficiale

Le Storie della domenica

Contenuto Web
scarica »
- Per la storia di un confine difficile

scarica »
- La Regione dopo la riforma

scarica »
- Toscana BXL

 scarica »

- Agrifood toscano:
qualità, benessere e innovazione
scarica »
- La violenza anche se non
si vede si sente
scarica »
- Una Toscana da leggere
scarica »
- Treno della Memoria 2015
scarica »
- Storie di piatti e territori
scarica »
- La Toscana digitale
scarica »
- La memoria tutto l'anno
scarica »
- La Toscana in chiaro
scarica »
- E' tutto un altro clima
scarica »
- Cosa insegna il fiume
scarica »
- Arrivano dal mare