Salta al contenuto

Alluvione Ognissanti, Rossi stanzia 5 milioni: 'Governo assente. Per Toscana e Veneto due pesi e due misure'

24 gennaio 2011 | 16:58
Scritto da Susanna Cressati
 


FIRENZE - "La prossima settimana firmerò l'ordinanza per rendere disponibili i primi 5 milioni di euro per gli interventi nelle zone di Massa Carrara e Lucca interessate dalle frane causate dall'alluvione di Ognissanti. La settimana successiva saremo in grado di rendere disponibili altri 5 milioni, utilizzando i fondi regionali destinati all'agricoltura, per gli interventi in ambito forestale, e infine ulteriori 5 milioni derivanti da economie regionali. Insomma la Regione stanzierà 15 milioni di euro dal proprio bilancio, andando anche oltre le proprie competenze, mentre dal Governo ne sono stati promessi soltanto 2".

E' questo l'annuncio del presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, quasi tre mesi dalla tragica alluvione del 31 ottobre e 1 novembre 2010, che ha flagellato la provincia di Lucca e quella di Massa Carrara, causando tre vittime.

"Non posso tacere - afferma il presidente - che nel caso dell'alluvione in Veneto di fronte a danni per un miliardo, il governo in soli 8 giorni ha stanziato 300 milioni di euro, cioè il 30% delle necessità. A suo tempo ho difeso le ragioni del Veneto e la priorità che quel disastro comportava. Ma con altrettanta fermezza dico oggi che di fronte a questi disastri non ci possono essere due pesi e due misure. Si tratta di uno squilibrio inaccettabile che faremo di tutto perchè sia colmato da un adeguato impegno governativo. Chiedo al Governo almeno altri 25 milioni. A Lucca e Massa Carrara si registrano infatti danni per almeno 90 milioni di euro. Per avere lo stesso trattamento riservato al Veneto, la Toscana ne attende 27, avendone finora avuto assegnati soltanto 2".

"Una richiesta di ulteriori fondi – prosegue Rossi - è già stata inviata alla Protezione civile nazionale, ma ci è stato risposto che non ci sono fondi. Allora scriverò al sottosegretario alla presidenza del consiglio Gianni Letta, al capo del dipartimento della Protezione civile Franco Gabrielli e a tutti i parlamentari della Toscana perchè insieme si riesca a trovare per la nostra regione quello che è stato trovato per altre".

Il presidente lamenta inoltre una scarsa considerazione anche per i danni subiti con l'alluvione del Natale 2009. A fronte di danni stimati per 510 milioni di euro, dei quali ammissibili 428, lo stanziamento totale è stato di 133 milioni. Ma la Regione ne ha messi 67 e lo Stato ne ha stanziati soltanto 66. "L'ulteriore beffa - conclude Rossi - è che i 52 milioni stanziati dal Cipe ormai decine di giorni fa, non li abbiamo ancora materialmente avuti e la Regione ha dovuto anticiparli. Non possiamo continuare così: la Regione non è la Banca d'Italia e merita una considerazione adeguata al livello dei danni subiti".


  • Condividi
  • Condividi
Questo contenuto è stato archiviato sotto Istituzioni, Protezione Civile, Emergenza

Seguici su Facebook Twitter YouTube  Instagram RSS

Contenuto Web

Enrico Rossi Presidente
Monica Barni Vice Presidente
Vittorio Bugli Presidenza
Vincenzo Ceccarelli Territorio
Stefano Ciuoffo Economia
Federica Fratoni Ambiente
Cristina Grieco Istruzione
Marco Remaschi Agricoltura
Stefania Saccardi Sanità


L'agenda della Giunta

servizio antincendi boschivi

Leggere in Toscana

App Toscana Notizie (versioni per iOS e Android)

WhatsApp Toscana Notizie - 366-6694483

Facebook Toscana Notizie - Pagina ufficiale

Le Storie della domenica

Contenuto Web
scarica »
- Per la storia di un confine difficile

scarica »
- La Regione dopo la riforma

scarica »
- Toscana BXL

 scarica »

- Agrifood toscano:
qualità, benessere e innovazione
scarica »
- La violenza anche se non
si vede si sente
scarica »
- Una Toscana da leggere
scarica »
- Treno della Memoria 2015
scarica »
- Storie di piatti e territori
scarica »
- La Toscana digitale
scarica »
- La memoria tutto l'anno
scarica »
- La Toscana in chiaro
scarica »
- E' tutto un altro clima
scarica »
- Cosa insegna il fiume
scarica »
- Arrivano dal mare