Salta al contenuto

Biotecnologie, la vicepresidente e le eccellenze toscane oggi all'assemblea di Assobiotec

16 maggio 2019 | 16:57
Scritto da Redazione
 


FIRENZE - La vicepresidente della Regione è intervenuta stamani a Roma all'Assemblea dell'Associazione nazionale per lo sviluppo delle biotecnologie (Assobiotec) in cui ha sottolineato come la Toscana rappresenti una delle eccellenze nazionali nel settore grazie anche alle politiche di ricerca e sviluppo, e industriali, portate avanti dal governo regionale nel comparto biotecnologico e più in generale delle Scienze della vita.

Per la vicepresidente - che dispone delle deleghe all'università e alla ricerca - il compito principale della Regione è quello di creare un ecosistema favorevole alla nascita, crescita e sviluppo di imprese del settore pharma-biotech attivando dei "catalizzatori" in termini di progettualità, come ad esempio la costituzione di Toscana Life Sciences, per permettere una maggiore sinergia fra i soggetti attivi sul territorio.

La Toscana negli anni è infatti diventata una delle Regioni che investe di più nel biotech. Oltre all'attenzione politica e ad un'alta qualità del tessuto industriale, anche il rilevante valore nel campo della ricerca pubblica e privata ha favorito le precondizioni allo sviluppo del settore in grado nel tempo di attrarre investimenti e creare posti di lavoro.

Tra gli esempi portati dalla vicepresidente ricordiamo Invest in Tuscany, esperienza voluta dalla Regione per l'attrazione di investimenti e che promuove la Toscana in Italia e in alcune aree geografiche del mondo come territorio accogliente per i nuovi investitori (ad oggi circa 500 multinazionali hanno scelto la Toscana per l'avvio o l'espansione del proprio business); il Polo logistico-digitale del farmaco e dispositivi medici che sarà realizzato entro il 2020 a Guasticce (LI) e coordinerà 300 imprese dando lavoro a 150-200 addetti, permettendo un risparmio di 60 milioni di euro l'anno; Scienze Vita e MedTech in Toscana con oltre 300 imprese di settore attive, 19 grandi stabilimenti produttivi e un valore della produzione pari a circa 6 miliardi di euro (il 12% del nazionale). La Toscana è oggi il terzo polo farmaceutico italiano, dopo Lombardia e Lazio, con circa 11.000 addetti distribuiti principalmente nelle province di Firenze, Pisa, Lucca e Siena.


  • Condividi
  • Condividi
Questo contenuto è stato archiviato sotto Educazione istruzione e ricerca

Seguici su Facebook Twitter YouTube  Instagram RSS

Contenuto Web

Enrico Rossi Presidente
Monica Barni Vice Presidente
Vittorio Bugli Presidenza
Vincenzo Ceccarelli Territorio
Stefano Ciuoffo Economia
Federica Fratoni Ambiente
Cristina Grieco Istruzione
Marco Remaschi Agricoltura
Stefania Saccardi Sanità


L'agenda della Giunta

servizio antincendi boschivi

Leggere in Toscana

App Toscana Notizie (versioni per iOS e Android)

WhatsApp Toscana Notizie - 366-6694483

Facebook Toscana Notizie - Pagina ufficiale

Le Storie della domenica

Contenuto Web
scarica »
- Per la storia di un confine difficile

scarica »
- La Regione dopo la riforma

scarica »
- Toscana BXL

 scarica »

- Agrifood toscano:
qualità, benessere e innovazione
scarica »
- La violenza anche se non
si vede si sente
scarica »
- Una Toscana da leggere
scarica »
- Treno della Memoria 2015
scarica »
- Storie di piatti e territori
scarica »
- La Toscana digitale
scarica »
- La memoria tutto l'anno
scarica »
- La Toscana in chiaro
scarica »
- E' tutto un altro clima
scarica »
- Cosa insegna il fiume
scarica »
- Arrivano dal mare