Salta al contenuto

Cittadinanza italiana alla vedova di Samb Modou, Rossi: "Toscana terra di accoglienza"

14 dicembre 2017 | 18:23
Scritto da Federico Taverniti
 


FIRENZE – La Toscana è terra di inclusione e accoglienza, il gesto di oggi ribadisce che nessuno è straniero. Così il presidente della Regione Enrico Rossi ha commentato la consegna della cittadinanza italiana per meriti speciali a Ndeye Rokhaya Mbengue, vedova del cittadino senegalese Samb Modou ucciso a Firenze il 13 dicembre 2011. La cerimonia di consegna è avvenuta oggi pomeriggio a Palazzo Medici Riccardi a Firenze. Per la Regione è intervenuto l'assessore Federica Fratoni. 

"La Toscana – è il commento di Enrico Rossi - è terra di accoglienza e inclusione. Per questo la strage razzista e fascista di sei anni fa è una ferita profonda difficile da rimarginare. Ma sono convinto che quella strage ha reso innanzitutto le istituzioni ancora più consapevoli che odio e intolleranza vanno contrastate perché sono agli antipodi della nostra Costituzione e dei valori alla base della nostra convivenza. Oggi di fronte alla crescita di gruppi e fenomeni ispirati al fascismo e alla dittatura, è massimo il nostro impegno per continuare a diffondere una cultura democratica e antirazzista. La cittadinanza che consegniamo in questa cerimonia è un gesto che ribadisce che in Toscana nessuno è straniero".

"E' un onore – ha detto nel portare il saluto della Regione l'assessore Fratoni - partecipare a questa cerimonia a nome del presidente Rossi e di tutta la giunta regionale. Io provengo da Pistoia, la terra che ha dato i natali all'assassino di Samb. Ma anche la terra in cui vive Don Massimo Biancalani, prete assurto alle cronache nazionali perché pratica e celebra la fratellanza e la solidarietà. E questo è significativo di una comunità, quella toscana, che non è esente dai simboli, purtroppo sfoggiati, del razzismo, dell'odio del diverso, ma che che allo stesso tempo ha saputo costituire gli anticorpi per combattere questa degenerazione e dimostrare grandi doti di solidarietà ed accoglienza. La cittadinanza italiana che viene conferita oggi è un doveroso riconoscimento, ma anche un atto di fiducia che Ndeye Rokhaya Mbengue compie verso la nostra comunità, perché decide di appartenervi. E mi auguro che nel futuro trovi ogni giorno le conferme per questa fiducia con la quale ci onora in questo giorno".


  • Condividi
  • Condividi
Questo contenuto è stato archiviato sotto Istituzioni, Diritti e cittadinanza

Seguici su Facebook Twitter YouTube  Instagram RSS

Contenuto Web

Enrico Rossi Presidente
Monica Barni Vice Presidente
Vittorio Bugli Presidenza
Vincenzo Ceccarelli Territorio
Stefano Ciuoffo Economia
Federica Fratoni Ambiente
Cristina Grieco Istruzione
Marco Remaschi Agricoltura
Stefania Saccardi Sanità


L'agenda della Giunta

servizio antincendi boschivi

Leggere in Toscana

App Toscana Notizie (versioni per iOS e Android)

WhatsApp Toscana Notizie - 366-6694483

Telegram Toscana Notizie - 366-6694483

Facebook Toscana Notizie - Pagina ufficiale

Le Storie della domenica

Contenuto Web

scarica »
- #Toscana BXL
scarica »
- Agrifood toscano:
qualità, benessere e innovazione
scarica »
- La violenza anche se non
si vede si sente
scarica »
- Una Toscana da leggere
scarica »
- Treno della Memoria 2015
scarica »
- Storie di piatti e territori
scarica »
- La Toscana digitale
scarica »
- La memoria tutto l'anno
scarica »
- La Toscana in chiaro
scarica »
- E' tutto un altro clima
scarica »
- Cosa insegna il fiume
scarica »
- Arrivano dal mare