Salta al contenuto

Con il Treno della memoria si viaggia contro razzismo e intolleranza

20 gennaio 2015 | 15:05
Scritto da Dario Rossi
 


OSWIECIM (PL) - Il significato del ricordo e del ricordare sta nel porre ogni impedimento a che quanto già successo possa ripetersi. È il concetto su cui si sofferma Ugo Caffaz, infaticabile animatore dell'iniziativa del treno della memoria che porta avsnti da quattordici anni.

 

 

"E'' per questo – ha ricordato anche nel suo intervento a Birkenau l'assessore Anna Rita Bramerini, portando il saluto della Regione anche a nome del presidente Enrico Rossi costretto a casa dall'influenza – che consideriamo il Treno della memoria un viaggio perpetuo che costruisce insieme alle tante attività ad esso legate gli anticorpi contro quei fenomeni di intolleranza e razzismo che tornano periodicamente a galla, come dimostrano i recenti avvenimenti in Francia e le violenze crescenti in Africa e in Medio Oriente per motivi di credo religioso".

 

La cerimonia si è conclusa con le preghiere in romanè, italiano ed ebraico.


  • Condividi
  • Condividi
Tag: diretta
Contenuto Web

facebook

facebook