Salta al contenuto

Corriere fiorentino in sciopero, Rossi: "Regione solidale. Riflettiamo su crisi dei media"

25 settembre 2017 | 17:58
Scritto da Redazione
 


FIRENZE - "Un altro segnale da non sottovalutare in relazione alla crisi del lavoro giornalistico, sia nella nostra regione che a livello nazionale. Credo che oltre a dichiararsi vicini ai giornalisti in sciopero, si debba cogliere l'occasione per avviare una riflessione sulla situazione dei media in questa difficile fase". Così il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi accoglie la notizia dello sciopero della redazione del Corriere Fiorentino, proclamato per la prima volta nei dieci anni di vita del quotidiano. "Anche nei giorni scorsi - ricorda il presidente - i miei uffici hanno incontrato il sindacato dei giornalisti per valutare quali strumenti mettere in campo per la difesa del lavoro giornalistico nella nostra regione. Intanto, per quanto possa essere di nostra competenza, siamo a disposizione come in ogni vertenza aziendale per facilitare una soluzione anche nella vicenda Corriere Fiorentino".


  • Condividi
  • Condividi
Questo contenuto è stato archiviato sotto Informazione

Seguici su Facebook Twitter YouTube  Instagram RSS

Contenuto Web

Enrico Rossi Presidente
Monica Barni Vice Presidente
Vittorio Bugli Presidenza
Vincenzo Ceccarelli Territorio
Stefano Ciuoffo Economia
Federica Fratoni Ambiente
Cristina Grieco Istruzione
Marco Remaschi Agricoltura
Stefania Saccardi Sanità


L'agenda della Giunta

servizio antincendi boschivi

Emergenza idrica 2017

Leggere in Toscana

App Toscana Notizie (versioni per iOS e Android)

WhatsApp Toscana Notizie - 366-6694483

Telegram Toscana Notizie - 366-6694483

Facebook Toscana Notizie - Pagina ufficiale

Le Storie della domenica

Contenuto Web
scarica »
- Agrifood toscano:
qualità, benessere e innovazione
scarica »
- La violenza anche se non
si vede si sente
scarica »
- Una Toscana da leggere
scarica »
- Treno della Memoria 2015
scarica »
- Storie di piatti e territori
scarica »
- La Toscana digitale