Salta al contenuto

Demanio marittimo, Ciuoffo sollecita i deputati toscani: "Il Parlamento approvi la legge sul rinnovo delle concessioni"

13 luglio 2017 | 13:28
Scritto da Marco Ceccarini
 


FIRENZE – "E' stato accolto l'avviso del Governo, secondo il quale le norme regionali non garantirebbero la parità di trattamento e l'uniformità delle condizioni del mercato sull'intero territorio nazionale avuto riguardo alle possibilità di accesso al titolo concessorio: obiettivi, questi, che solo la legge statale può assicurare. Ma sul merito delle scelte normative, per usare la parole della Corte, è evidente che vi sia uniformità di vedute e di intenti sul punto tra lo Stato e la nostra Regione, dal momento che il richiamato disegno di legge del Governo inserisce nei principi di delega anche quelli di riconoscimento e di tutela degli investimenti, dei beni aziendali e del valore commerciale".

Questo è un passaggio della lettera che l'assessore regionale ad Attività produttive, turismo e commercio, Stefano Ciuoffo, ha inviato ai deputati toscani membri della commissione Attività produttive della Camera e della commissione Finanze a seguito della recente sentenza della Corte costituzionale che ha dichiarato illegittima una parte della legge toscana in materia di concessioni demaniali marittime approvata lo scorso anno in vista della scadenza della proroga alla direttiva europea Bolkestein, per l'invadenza di campo, da parte della Regione Toscana, su una materia di competenza dello Stato, ossia la "concorrenza". Nella fattispecie, la Corte è intervenuta sulla parte in cui si prevedevano degli indennizzi agli imprenditori balneari che perdono la concessione dopo una gara pubblica nel caso in cui ci fossero più pretendenti per la medesima concessione, influendo quindi sulle possibilità di accesso al mercato.

L'assessore Ciuoffo, nella convinzione che "la previsione di un indennizzo in favore del concessionario uscente consente un adeguato ammortamento degli investimenti effettuati sull'area demaniale" e che "è in linea con quanto evidenziato dalla Corte di giustizia dell'Unione Europea", ha deciso di sollecitare il Parlamento ad approvare il disegno di legge delega attualmente incardinato alla Camera sul rinnovo delle concessioni del demanio marittimo, scrivendo ai deputati toscani membri delle commissioni competenti in materia che stanno esaminando il provvedimento.
Secondo l'assessore Ciuoffo la sentenza della Consulta, pur intervenendo sulla legge regionale, riconosce alla Toscana un'innovativa azione di tutela degli operatori del settore, impedendo la sub-concessione, che resta un punto qualificante della legge che combatte la rendita e valorizza il lavoro.

"Faccio pertanto appello alla vostra sensibilità affinché sia dato il necessario impulso per colmare questo vuoto", conclude Ciuoffo nella sua missiva, "portando a compimento in tempi rapidi l'approvazione della legge delega per il riordino della materia delle concessioni demaniali ad uso turistico ricreativo, atteso ormai da troppi anni".

 


  • Condividi
  • Condividi
Questo contenuto è stato archiviato sotto Turismo, Commercio, Economia

Seguici su Facebook Twitter YouTube  Instagram RSS

Contenuto Web

Enrico Rossi Presidente
Monica Barni Vice Presidente
Vittorio Bugli Presidenza
Vincenzo Ceccarelli Territorio
Stefano Ciuoffo Economia
Federica Fratoni Ambiente
Cristina Grieco Istruzione
Marco Remaschi Agricoltura
Stefania Saccardi Sanità


L'agenda della Giunta

servizio antincendi boschivi

Leggere in Toscana

App Toscana Notizie (versioni per iOS e Android)

WhatsApp Toscana Notizie - 366-6694483

Telegram Toscana Notizie - 366-6694483

Facebook Toscana Notizie - Pagina ufficiale

Le Storie della domenica

Contenuto Web
scarica »
- Agrifood toscano:
qualità, benessere e innovazione
scarica »
- La violenza anche se non
si vede si sente
scarica »
- Una Toscana da leggere
scarica »
- Treno della Memoria 2015
scarica »
- Storie di piatti e territori
scarica »
- La Toscana digitale