Salta al contenuto

Demanio marittimo, Lunedì in Giunta delibera per chiarire aspetti procedurali ai Comuni

15 marzo 2019 | 15:25
Scritto da Tiziano Carradori
 


FIRENZE – Lunedì la Giunta regionale toscana porterà in approvazione una Delibera per licenziare una circolare rivolta a tutti i comuni per fornire loro indicazioni sull'applicazione della normativa sulle concessioni demaniali marittime a seguito dell'approvazione della legge di Bilancio dello Stato il 30 dicembre scorso. La legge nazionale ha, tra l'altro, stabilito la ride-terminazione della durata delle concessioni in anni 15 dalla sua entrata in vigore, ovvero a decorrere dal 1 gennaio 2019 e quindi fino al 1 gennaio 2034.

"Tali disposizioni statali – spiega l'assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo – hanno evidentemente grande impatto ma non recano alcuna indicazione o prescrizione sulle procedure alle quali gli enti gestori si devono attenere per concretizzare la nuova durata dei titoli. Si rende quindi necessario fornire indicazioni ai Comuni, che in tale materia esercitano le funzioni amministrative trasferite loro ai sensi della normativa vigente, riguardo agli adempimenti procedurali conseguenti alla nuova legge statale. Nella Circolare chiediamo tra l'altro che le procedure per la formalizzazione della ride-terminazione della durata siano attivate e concluse in tempi ragionevoli, in modo che gli operatori siano in possesso delle necessarie formalità prima dell'apertura della prossima stagione balneare".

Resta fermo che la rideterminazione della durata discende direttamente dalla legge, per cui le indicazioni che si forniscono alle Amministrazioni competenti sono esclusivamente funzionali all'individuazione della procedura per la formalizzazione di un diritto acquisito dal concessionario direttamente in base alla legge.

Nella Circolare che sarà inviata alle amministrazioni comunali c'è scritto che si ritiene opportuno che il Comune notifichi al concessionario la nuova durata della concessione ai sensi della Legge di Bilancio dello Stato determinando il ricalcolo del valore della concessione con riferimento alla nuova scadenza al 1 gennaio 2034 e di conseguenza l'importo dovuto all'Erario per l'imposta di registro, ed invitando il concessionario ad effettuare il pagamento entro 20 giorni dalla notifica. Il concessionario quindi dovrà manifestare la volontà di formalizzare la ride-terminazione di durata pagando l'imposta di registro e comunicando al Comune l'opzione per la formalizzazione, scegliendo tra la semplice annotazione della nuova durata sul titolo concessorio oppure facendo un atto ricognitivo, costituente atto aggiuntivo al titolo concessorio.

 


  • Condividi
  • Condividi
Questo contenuto è stato archiviato sotto Turismo, Economia

Seguici su Facebook Twitter YouTube  Instagram RSS

Contenuto Web

Enrico Rossi Presidente
Monica Barni Vice Presidente
Vittorio Bugli Presidenza
Vincenzo Ceccarelli Territorio
Stefano Ciuoffo Economia
Federica Fratoni Ambiente
Cristina Grieco Istruzione
Marco Remaschi Agricoltura
Stefania Saccardi Sanità


L'agenda della Giunta

servizio antincendi boschivi

Leggere in Toscana

App Toscana Notizie (versioni per iOS e Android)

WhatsApp Toscana Notizie - 366-6694483

Facebook Toscana Notizie - Pagina ufficiale

Le Storie della domenica

Contenuto Web
scarica »
- Per la storia di un confine difficile

scarica »
- La Regione dopo la riforma

scarica »
- Toscana BXL

 scarica »

- Agrifood toscano:
qualità, benessere e innovazione
scarica »
- La violenza anche se non
si vede si sente
scarica »
- Una Toscana da leggere
scarica »
- Treno della Memoria 2015
scarica »
- Storie di piatti e territori
scarica »
- La Toscana digitale
scarica »
- La memoria tutto l'anno
scarica »
- La Toscana in chiaro
scarica »
- E' tutto un altro clima
scarica »
- Cosa insegna il fiume
scarica »
- Arrivano dal mare