Salta al contenuto

Emergenza Livorno, Rossi: "C'è tempo fino al 16 ottobre per presentare le schede di ricognizione"

4 ottobre 2017 | 19:12
Scritto da Marco Ceccarini
 


LIVORNO – "Le schede per la ricognizione dei danni subiti dalle imprese e dai professionisti, come quelle per i privati cittadini, possono essere ritirate negli uffici che Fidi Toscana per gli operatori economici e Sviluppo Toscana per i cittadini hanno aperto presso la sede del Commissario delegato per l'emergenza a Livorno. Le schede per i cittadini possono essere ritirate anche presso i Comuni interessati, ovvero Livorno, Collesalvetti e Rosignano Marittimo, come quelle per le imprese possono essere ritirate alla sede livornese della Camera di commercio della Maremma e del Tirreno. I cittadini devono consegnare le schede compilate a Sviluppo Toscana presso il Genio civile entro il 16 ottobre. Imprenditori e professionisti, dopo aver consegnato la scheda entro il 16 ottobre alla Camera di commercio, potranno poi rivolgersi a Fidi Toscana per l'attivazione di un finanziamento senza interessi. Ci tengo però a precisare che il 16 ottobre è il termine ultimo e chi non presenterà la domanda entro quella data sarà giocoforza fuori dalla possibilità di ristoro o di finanziamento".

Il presidente Enrico Rossi, commissario delegato del Governo per gestire l'emergenza a Livorno, ha lanciato un appello a tutti coloro che, danneggiati dagli eventi alluvionali del 9 e 10 settembre scorsi, hanno intenzione di chiedere un supporto economico a ristoro dei danni subiti.

>>> Qui i dettagli tecnici: Emergenza Livorno, ricognizione danni: ecco cosa fare

 

"Il problema della data si pone in quanto la legge di stabilità si avvicina", ha chiarito Rossi. "Le schede devono essere inviate a Roma per tempo in modo che il Governo possa valutare un finanziamento specifico, ma serviranno anche a noi per indire i bandi con i quali ristorare coloro che sono stati danneggiati".

Il commissario delegato Rossi, oggi, era a Livorno per firmare con i soggetti interessati le intese sulla ricognizione dei danni subiti dalle attività economiche e produttive e dai privati cittadini. Con lui, c'era l'assessore all'ambiente e alla difesa del suolo, Federica Fratoni.

A sottoscrivere le intese, i Comuni di Livorno, Collesalvetti e Rosignano Marittimo con la Camera di Commercio Maremma e Tirreno, che hanno firmato quella sulla ricognizione dei danni subiti dalle attività economiche e produttive. Quella relativa alla ricognizione dei danni subiti dai privati, oltre che dai Comuni interessati e dalla Camera di commercio,  è stata firmata anche dalle associazioni di volontariato del Corv, il comitato operativo regionale del volontariato, e da associazioni che operano in ambito locale.

"L'intesa tra gli Enti interessati serve perché tutti possano lavorare al meglio, e in modo coordinato, per offrire ai cittadini gli strumenti anche economici di cui hanno bisogno per superare l'emergenza di Livorno", ha concluso il presidente Rossi.


  • Condividi
  • Condividi

Seguici su Facebook Twitter YouTube  Instagram RSS

Contenuto Web

Enrico Rossi Presidente
Monica Barni Vice Presidente
Vittorio Bugli Presidenza
Vincenzo Ceccarelli Territorio
Stefano Ciuoffo Economia
Federica Fratoni Ambiente
Cristina Grieco Istruzione
Marco Remaschi Agricoltura
Stefania Saccardi Sanità


L'agenda della Giunta

servizio antincendi boschivi

Emergenza idrica 2017

Leggere in Toscana

App Toscana Notizie (versioni per iOS e Android)

WhatsApp Toscana Notizie - 366-6694483

Telegram Toscana Notizie - 366-6694483

Facebook Toscana Notizie - Pagina ufficiale

Le Storie della domenica

Contenuto Web
scarica »
- Agrifood toscano:
qualità, benessere e innovazione
scarica »
- La violenza anche se non
si vede si sente
scarica »
- Una Toscana da leggere
scarica »
- Treno della Memoria 2015
scarica »
- Storie di piatti e territori
scarica »
- La Toscana digitale