Salta al contenuto

Filo spinato

25 gennaio 2017 | 17:14
Scritto da Walter Fortini
 


Attorno al campo di Auschwitz c'era una doppia recinzione con filo elettrificato.  Ce n'era una anche a Birkenau. Lo toccavi e morivi, come su una sedia elettrica. Alcuni tra i deportati hanno cercato cla morte in questo modo, stanchi di andare avanti come fantasmi di se stessi.

Staccare quei corpi dal filo con la corrente era però complicato: un impiccio in più per le SS. Così ai soldati che con una raffica di mitra uccidevano i deportati che oltrepassavano il cartello che intimava l'alt, prima che toccassero il filo, veniva offerto un premio. 

Ma poteva accadere che per ottenere quel premio qualche soldato di guardia obbligasse i prigionieri ad avvinarsi alla recinzione. Con una scusa. Per essere legittimato a sparare. 


  • Condividi
  • Condividi
Tag: parole