Salta al contenuto

Floramiata: asta a metà aprile e impegno regionale per garantire i lavoratori

2 febbraio 2016 | 18:42
Scritto da Tiziano Carradori
 


FIRENZE – Si terrà il 15 aprile prossimo l'asta per la vendita di Floramiata, l'azienda di Piancastagnaio dichiarata fallita e sembrerebbero essere 4 o 5 i possibili acquirenti che hanno manifestato il loro interesse a rilevare l'impresa.
Sono queste le due principali novità emerse nel corso degli incontri dedicati all'esame della difficile situazione della principale impresa amiatina, che si sono tenuti presso la presidenza della Regione Toscana, presenti il curatore fallimentare, Gianni Sismondi, i rappresentanti delle istituzioni locali e le organizzazioni sindacali.
Gli incontri sono stati coordinati da Gianfranco Simoncini, consigliere del presidente Rossi per le questioni del lavoro, che ha sottolineato come la Regione continuerà a fare la sua parte per garantire un futuro all'azienda e un lavoro ai suoi dipendenti.
E' su questo punto che si è concentrato in particolare Simoncini, che ha ricordato come il prossimo 31 marzo termineranno i benefici della cassa integrazione in deroga, senza possibilità di accedere ad altri ammortizzatori sociali. La Regione si è impegnata quindi a verificare la possibilità di far ricorso a contratti di solidarietà di tipo B, ma ha anche ventilato l'ipotesi di un part time verticale tra gli oltre 130 lavoratori così da dividere i sacrifici in attesa di un esito positivo della procedura di vendita.
Il tavolo ha esaminato le varie possibilità ed i tempi dell'iter di vendita che potrebbe concludersi entro il giugno prossimo. È stato apprezzato che da parte del curatore Gianni Sismondi si stiano approntando tutte le condizioni in grado di facilitare e promuovere la presentazione di offerte serie e credibili.
È stata anche esaminata l'eventualità, non auspicabile, che l'asta di metà aprile possa non concludersi positivamente e che si debba ricorrere ad una nuova procedura. Da questo punto di vista è stato chiesto al curatore fallimentare di esaminare la possibilità di far ricorso ad un eventuale affitto d'azienda, un'ipotesi che lo stesso Sismondi si è detto disponibile ad approfondire.

  • Condividi
  • Condividi
Questo contenuto è stato archiviato sotto Lavoro e formazione, Economia

Seguici su Facebook Twitter Google+ YouTube Flickr Instagram RSS

Contenuto Web

Enrico Rossi Presidente
Monica Barni Vice Presidente
Vittorio Bugli Presidenza
Vincenzo Ceccarelli Territorio
Stefano Ciuoffo Economia
Federica Fratoni Ambiente
Cristina Grieco Istruzione
Marco Remaschi Agricoltura
Stefania Saccardi Sanità


L'agenda della Giunta

Con Enrico Rossi - Mappa

App Toscana Notizie (versioni per iOS e Android)

WhatsApp Toscana Notizie - 366-6694483

Telegram Toscana Notizie - 366-6694483

Facebook Toscana Notizie - Pagina ufficiale

Le Storie della domenica

Contenuto Web
scarica »
- Diario 2015 del Treno della Memoria
scarica »
- Storie di piatti e territori
scarica »
- La Toscana digitale