Salta al contenuto

Fondi UE 2014-2020, Simoncini: 'L'Europa trovi accordo sui finanziamenti'

13 giugno 2013 | 14:10
Scritto da Dario Rossi
 


FIRENZE - Tra il 2000 e il 2013 sono stati attivati sul territorio toscano, ad iniziativa degli enti locali e della Regione, 730 interventi d'investimento nei beni culturali, che hanno riguardato tutto il territorio della Toscana, per un costo complessivo di poco meno di 900 milioni di euro. La Regione ha contribuito, con risorse proprie e con con risorse FESR e FAS, per circa 466 milioni di Euro. Le risorse europee hanno avuto un ruolo di grande rilievo nel comporre queste cifre. Nel periodo 2007-2013, con il FESR, sono stati finanziati con oltre 52 milioni di euro 41 progetti del costo totale di 89 milioni.

"E' dunque facilmente comprensibile l'interesse con cui guardiamo al nuovo ciclo di finanziamenti europei in un contesto di grave crisi finanziaria come l'attuale, in particolare per quel che riguarada la cultura che rappresenta il futuro della Toscana legandosi al riconoscimento del grande patrimonio regionale. Perefettamente consapevoli che per quanto efficienti ed efficaci siamo stati nella attuazione dei progetti finanziati nel periodo 2007-2013, oggi siamo chiamati ad innovare profondamente il nostro approccio progettuale" ha sostenuto l'assessore alle attività produttive Gianfranco Simoncini, intervenendo in S. Apollonia al seminario "La cultura nei fondi strutturali 2014-2020".

"Purtroppo – ha aggiunto Simoncini – di fronte a questa esigenza così forte, viviamo una fase delicata che trae origine dall'incapacità che stanno dimostrando gli organismi europei (Commissione, Consiglio, Parlamento) nell'accordarsi sui numeri del bilancio che finanzierà il periodo di interventi quinquennale a partire dal prossimo anno; un caso preoccupante di stallo che perpetua incertezza. Se anche arriveremo a definizione entro l'anno, resta la possibilità di non veder partire le attività legate all'emissione di bandi usciti con troppo ritardo".

"I fondi europei sono un sostegno fondamentale per finanziare molte attività previste dai piani delle Regioni – ha concluso Simoncini -. In Toscana significa la valorizzazione dei beni culturali, il sostegno alla ricerca ed all'innovazione delle imprese che operano nel settore, molto delle quali di livello internazionale, e la qualificazione del capitale umano che opera nel settore della culturaPer questo come Regione non tralasciaremo alcun atto, alcuna trattativa per trovarci pronti al momento in cui l'Europa deciderà su questa partita; che sia attraverso l'utilizzo dei fondi rimasti, le anticipazioni, il cofinanziamento che chiederemo al governo, noi intendiamo esser pronti per non paralizzare un'attività essenziale per lo sviluppo regionale".


  • Condividi
  • Condividi
Questo contenuto è stato archiviato sotto Programmazione

Seguici su Facebook Twitter YouTube  Instagram RSS

Contenuto Web

Enrico Rossi Presidente
Monica Barni Vice Presidente
Vittorio Bugli Presidenza
Vincenzo Ceccarelli Territorio
Stefano Ciuoffo Economia
Federica Fratoni Ambiente
Cristina Grieco Istruzione
Marco Remaschi Agricoltura
Stefania Saccardi Sanità


L'agenda della Giunta

servizio antincendi boschivi

Leggere in Toscana

App Toscana Notizie (versioni per iOS e Android)

WhatsApp Toscana Notizie - 366-6694483

Facebook Toscana Notizie - Pagina ufficiale

Le Storie della domenica

Contenuto Web
scarica »
- La Regione dopo la riforma
scarica »
- Toscana BXL
 scarica »
- Agrifood toscano:
qualità, benessere e innovazione
scarica »
- La violenza anche se non
si vede si sente
scarica »
- Una Toscana da leggere
scarica »
- Treno della Memoria 2015
scarica »
- Storie di piatti e territori
scarica »
- La Toscana digitale
scarica »
- La memoria tutto l'anno
scarica »
- La Toscana in chiaro
scarica »
- E' tutto un altro clima
scarica »
- Cosa insegna il fiume
scarica »
- Arrivano dal mare