Salta al contenuto

Formazione tecnica superiore: 13,5 milioni in tre anni

22 marzo 2016 | 15:17
Scritto da Dario Rossi
 


FIRENZE -  Una risposta ai bisogni formativi legati al mondo produttivo, con un investimento di risorse, in parte europee, in tre anni intorno al milione di euro per i Poli Tecnico Professionali (PTP) e di circa 12,5 e mezzo per l'istruzione e formazione tecnica superiore (ITS e IFTS). Questo l'obiettivo del Programma triennale a favore dell'istruzione e della formazione tecnica superiore 2016-2018 approvato dalla giunta regionale su proposta dell'assessora a istruzione e formazione Cristina Grieco.

Per raggiungere questo obiettivo è stato disegnato, nell'atto programmatorio licenziato oggi, un sistema capace di aumentare l'attrattività delle istituzioni scolastiche e formative attraverso l'avvicinamento al mondo del lavoro e della produzione. "In particolare - sottolinea Grieco - l'offerta formativa dovrà fare riferimento ai bisogni espressi dai soggetti produttivi vicini per territorio, con l'obiettivo dichiarato di contrastare le tendenze ancora troppo forti alla dispersione scolastica e per favorire l'ingresso delle giovani generazioni nel mondo del lavoro".

Per questo il piano punta sul rafforzamento delle capacità di programmazione legate ai Poli Tecnico Professionali, all'aumento dell'offerta formativa nei percorsi di istruzione tecnica superiore ITS a carattere biennale e allo sviluppo dei percorsi annuali di Istruzione e formazione tecnica superiore.

Lo strumento su cui il piano punta per il raggiungimento degli obiettivi è individuato in filiere capaci di legare la fase formativa con quella produttiva. Uno dei cardini di questa politica è costituito dai PTP, attualmente 25 in tutta la regione con offerte coerenti con l'istruzione terziaria tecnica superiore (ITS).

Le filiere individuate sono: agribusiness (7 PTP), turismo-beni culturali (8 PTP), meccanica (6 PTP), nautica e logistica (1 PTP), sistema moda (3 PTP). A questi dovranno aggiungersi due nuovi poli legati alle filiere sanità ed energia.

Per quanto riguarda gli ITS attualmente in Toscana operano sette fondazioni nei settori energetico, sanitario, sistema moda, meccanica, agroalimentare, nautica-trasporti-logistica, turismo-beni culturali. Percorsi che dovranno estendersi alle filiere legate al costruire e abitare, nuove tecnologie e mediatico-audiovisivo.

Il piano presentato dall'assessora prevede l'implementazione ed il rafforzamento del sistema degli Istituti Tecnici Superiori, che rappresentano la via italiana alla costituzione di una filiera della formazione post secondaria di tipo tecnico professionale, capace anche nella nostra regione di ottimi risultati sotto il profilo degli esiti occupazionali degli alunni diplomati (tutti i percorsi conclusi in Toscana hanno avuto percentuali occupazionali intorno all'80%).

Nella seduta odierna di giunta sono stati approvati anche i criteri per il nuovo bando per i percorsi 2016-2017 per gli ITS, in attuazione della programmazione stessa, per il quale sono disponibili circa 3,6 milioni di euro.

 

  • Condividi
  • Condividi

Seguici su Facebook Twitter Google+ YouTube Flickr Instagram RSS

Contenuto Web

Enrico Rossi Presidente
Monica Barni Vice Presidente
Vittorio Bugli Presidenza
Vincenzo Ceccarelli Territorio
Stefano Ciuoffo Economia
Federica Fratoni Ambiente
Cristina Grieco Istruzione
Marco Remaschi Agricoltura
Stefania Saccardi Sanità


L'agenda della Giunta

App Toscana Notizie (versioni per iOS e Android)

WhatsApp Toscana Notizie - 366-6694483

Telegram Toscana Notizie - 366-6694483

Facebook Toscana Notizie - Pagina ufficiale

Le Storie della domenica

Contenuto Web
scarica »
- Una Toscana da leggere
scarica »
- Treno della Memoria 2015
scarica »
- Storie di piatti e territori
scarica »
- La Toscana digitale