Salta al contenuto

Geotermia 2.0, Ciuoffo: "Toscana centro di eccellenza internazionale"

11 settembre 2017 | 11:59
Scritto da Chiara Bini
 


FIRENZE – Dalla Toscana la proposta di una geotermia 2.0, progetto di sviluppo lanciato da una regione che si candida a centro di eccellenza nello scenario internazionale grazie all'impiego di tecnologie e competenze che le imprese stanno esportando in tutto il mondo.

Ad avanzare l'idea l'assessore alle attività produttive Stefano Ciuoffo intervenendo questa mattina in Palazzo Vecchio all'evento internazionale 'High Level Conference of the Global Geothermal Alliance', organizzato a Firenze dall'Agenzia Internazionale per le Energie Rinnovabili (IRENA). In Italia la produzione geotermoelettrica esiste al momento solo in Toscana, "un limite questo – ha sottolineato Ciuoffo - da superare quanto prima, ma anche un vanto, perché nei nostri territori si è formata una grande industria diffusa dell'energia elettrica, nella quale lavorano circa 2000 persone, tra diretti ed indotto".

"Ma per essere un reale fattore di sviluppo strategico - ha aggiunto Ciuoffo - l'attività geotermoelettrica in Toscana deve fare un salto di qualità e di maggiore condivisione dei benefici con il territorio per evitare un 'effetto-rifiuto' da parte di residenti ed attività locali. Per questo vogliamo fare della realtà toscana un centro di eccellenza internazionale, con programmi finalizzati a non aumentare l'impatto sulle matrici ambientali al crescere la potenza installata e della produzione di energia elettrica, e a favorire l'inserimento paesaggistico delle centrali esistenti e nuove".

"Soprattutto - ha detto ancora - la geotermia può rappresentare la fonte attorno alla quale si sviluppa un distretto produttivo in grado di raccogliere ed integrare i diversi settori d'interesse. Visto che uno dei principali punti di forza del nostro sistema produttivo sono la ricerca, l'innovazione tecnologica e l'alta formazione, è in quest'ottica che possiamo sviluppare e garantire la creazione di nuovi posti di lavoro, condizione per far accettare questa industria dalle popolazioni interessate e creare un sistema efficace, in grado di riprodursi".

"Oggi – ha proseguito l'assessore - abbiamo l'occasione di verificare con tutti voi come la nostra idea di un progetto di sviluppo, che abbiamo chiamato per semplicità Geotermia 2.0, potrà collocarsi in uno scenario mondiale grazie alla presenza sul territorio di una delle poche risorse di cui dispone il nostro paese, ma anche grazie all'impiego che nel tempo le imprese hanno saputo farne esportando competenze e tecnologie in tutto il mondo. In quest'ottica il presidente della Regione Enrico Rossi ha formulato delle proposte al Ministero dello Sviluppo economico, ad oggi in corso di approfondimento nell'ottica di una nuova intesa inter – istituzionale, estendibile ad altri territori".

A livello europeo, questo esercizio è già iniziato. Questo pomeriggio un gruppo di Regioni "pioniere" si riuniscono per un primo scambio di esperienze alla presenza della Commissione europea che approfitto per ringraziare.

L'idea è di indirizzare parte dei loro fondi europei verso la ricerca mineraria di risorse geotermiche e verso l'innovazione tecnologica degli impianti geotermici per migliorare l'efficienza energetica e ridurre gli impatti ambientali. Vorrebbero anche investire risorse per campagne di sensibilizzazione volte al risparmio energetico e all'accettazione sociale dell'attività geotermica.

E infine, promuovere la creazione di una "Partnership Geotermia" all'interno della Piattaforma S3 dell'energia che favorisca l'attuazione delle rispettive Smart Specialisation regionali, con l'ausilio del JRC e della DG REGIO della Commissione europea.

"La Toscana – ha concluso Stefano Ciuoffo - guarda con ambizione al futuro ed intende contribuire all'obiettivo di una sostanziale riduzione delle emissioni dei gas climalteranti fissando l'obiettivo di riuscire, anche e soprattutto grazie all'attività geotermoelettrica, a produrre solo energia elettrica da fonti rinnovabili entro il 2050".


  • Condividi
  • Condividi
Questo contenuto è stato archiviato sotto Lavoro e formazione, Energia, Ambiente, Economia

Seguici su Facebook Twitter YouTube  Instagram RSS

Contenuto Web

Enrico Rossi Presidente
Monica Barni Vice Presidente
Vittorio Bugli Presidenza
Vincenzo Ceccarelli Territorio
Stefano Ciuoffo Economia
Federica Fratoni Ambiente
Cristina Grieco Istruzione
Marco Remaschi Agricoltura
Stefania Saccardi Sanità


L'agenda della Giunta

servizio antincendi boschivi

Emergenza idrica 2017

Leggere in Toscana

App Toscana Notizie (versioni per iOS e Android)

WhatsApp Toscana Notizie - 366-6694483

Telegram Toscana Notizie - 366-6694483

Facebook Toscana Notizie - Pagina ufficiale

Le Storie della domenica

Contenuto Web
scarica »
- Agrifood toscano:
qualità, benessere e innovazione
scarica »
- La violenza anche se non
si vede si sente
scarica »
- Una Toscana da leggere
scarica »
- Treno della Memoria 2015
scarica »
- Storie di piatti e territori
scarica »
- La Toscana digitale