Salta al contenuto

I volontari dell'antincendio e la Regione Toscana

21 dicembre 2018 | 14:00
Scritto da Redazione
 


Il centro di addestramento di Monticiano (Si)
Il centro di addestramento di Monticiano (Si)

FIRENZE – Sono 4.200 i volontari che contribuiscono in maniera decisiva all'organizzazione antincendi boschivi (Aib) in Toscana. Una partecipazione preziosa e qualificata per far sì che ogni intervento possa avvenire in maniera tempestiva, per salvaguardare il grande polmone verde di boschi e foreste della Toscana. Ecco come sono regolati i rapporti tra le associazioni dei volontari e la Regione e come si sono strutturate negli anni le relazioni di collaborazione.

Regione-volontariato: un rapporto che dura da 35 anni - Fin dal 1983 la Giunta regionale ha attivato accordi con il volontariato per la prevenzione e lo spegnimento degli incendi boschivi. Con il passare degli anni il numero di associazioni che si sono sensibilizzate al problema degli incendi è notevolmente aumentato. Le maggiori associazioni toscane hanno costituito, nel 2002, il Coordinamento del volontariato toscano (Cvt) riunendo tutte le associazioni sotto un'unica sigla, con l'obbiettivo di ottimizzare l'apporto fornito dal volontariato all'attività antincendi boschivi.

Le convenzioni Regione-volontariato - Il rapporto con la Regione è regolato da  specifiche convenzioni con le associazioni nelle quali viene definita l'assunzione di responsabilità da parte dei presidenti delle associazioni nell'utilizzo di personale idoneo e l'erogazione di contributi alle associazioni e non ai singoli soci. Attualmente la Regione Toscana ha specifiche convenzioni annuali con il Cvt e con la Croce Rossa Italiana che prevedono un contributo per il mantenimento dell'organizzazione antincendi e dei requisiti di idoneità (visite mediche, Dispositivi di Protezione Individuale, copertura assicurativa, etc.) e per lo svolgimento di specifici supporti operativi Aib sul territorio. L'impegno economico del contributo regionale nel 2018 è pari a 975.000 euro per il Cvt e 70.000 euro per Croce Rossa.

La realtà del volontariato in Toscana - Il Cvt comprende 12 associazioni (tra cui Anpas, La Racchetta, Vab e Misericordia) strutturate in 144 sezioni, con 4 mila soci e 530 mezzi allestiti Aib (pick up e autobotti). La convenzione con la Croce Rossa Italiana comprende 10 Sezioni con circa 200 soci e 20 mezzi allestiti Aib (pick up e autobotti). 

Il volontariato e l'organizzazione regionale antincendi - Il volontariato rappresenta una componente fondamentale dell'organizzazione Aib, che nel tempo ha acquisito grande professionalità nello spegnimento degli incendi anche attraverso la formazione acquisita presso il Centro regionale di addestramento La Pineta di Tocchi di Monticiano, nel senese, unico in Italia nel suo genere.


  • Condividi
  • Condividi
Questo contenuto è stato archiviato sotto Protezione Civile, Agricoltura e foreste

Seguici su Facebook Twitter YouTube  Instagram RSS

Contenuto Web

Enrico Rossi Presidente
Monica Barni Vice Presidente
Vittorio Bugli Presidenza
Vincenzo Ceccarelli Territorio
Stefano Ciuoffo Economia
Federica Fratoni Ambiente
Cristina Grieco Istruzione
Marco Remaschi Agricoltura
Stefania Saccardi Sanità


L'agenda della Giunta

servizio antincendi boschivi

Leggere in Toscana

App Toscana Notizie (versioni per iOS e Android)

WhatsApp Toscana Notizie - 366-6694483

Facebook Toscana Notizie - Pagina ufficiale

Le Storie della domenica

Contenuto Web
scarica »
- Per la storia di un confine difficile

scarica »
- La Regione dopo la riforma

scarica »
- Toscana BXL

 scarica »

- Agrifood toscano:
qualità, benessere e innovazione
scarica »
- La violenza anche se non
si vede si sente
scarica »
- Una Toscana da leggere
scarica »
- Treno della Memoria 2015
scarica »
- Storie di piatti e territori
scarica »
- La Toscana digitale
scarica »
- La memoria tutto l'anno
scarica »
- La Toscana in chiaro
scarica »
- E' tutto un altro clima
scarica »
- Cosa insegna il fiume
scarica »
- Arrivano dal mare