Salta al contenuto

Il Carnevale di Viareggio pronto a sfilare, Ciuoffo: "Un'iniziativa culturale unica"

31 gennaio 2019 | 18:29
Scritto da Walter Fortini
 


FIRENZE - Sui carri, come sempre, non ci sarà freno alla fantasia degli artisti, che a loro modo – con il sorriso e lo scherzo sulle labbra - parleranno di bullismo ed inquinamento, del caos del mondo e di politica, di razzismo anche e di migranti.  Ma fuori dal corteo e nelle tantissime iniziative che accompagnano il Carnevale di Viareggio, la cui imminente edizione è stata presentata ai giornalisti oggi a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze, sede della presidenza della Regione, il fil rouge saranno le donne e l'universo femminile.

"Quello di Viareggio – sottolinea l'assessore al turismo della Toscana, Stefano Ciuoffo – è il Carnevale più importante d'Italia: un'iniziativa anzitutto culturale, che ogni anno si rinnova ed è capace di sorprendere e che la Regione continuerà a sostenere, anche economicamente, come tutti gli anni. Ma è un evento che sa anche parlare al mondo e che fa bene al turismo, capace di attrarre 600 mila persone lungo i viali a mare nell'arco di cinque settimane".

"Internazionale eppure in grado di mantenere ancora oggi intatta la sua ‘viaregginità'  – sottolinea la presidente della Fondazione Marialina Marcucci -, una fabbrica del divertimento, artistica ed artigianale che gli abitanti di Viareggino sentono come propria e non mettono in moto solo per attrarre turisti".  L'eco dell'evento è però incredibile: attraverso i social e le televisioni lo seguono e l'apprezzano in 32 milioni, con un'età media che si concentra tra i 35 e i 45 anni.  In quasi 38 milioni lo conoscono e a ventisei milioni di euro ammonta l'indotto che genera.

Sono passati 146 anni da quando  tutto è nato nel lontano 1873 e continua a piacere, perché popolare ma moderno. Alla presentazione di Firenze c'erano – e non potevano mancare – le storiche maschere di Burlamacco e Ondina. E c'era la voce ufficiale del Carnevale, Daniele Maffei. Il primo appuntamento in strada di quest'anno sarà il 9 febbraio: le altre date sono il 17 e 23 febbraio, il 3 e 5 marzo, quattro giorni e una notte, cinque settimane in cui ai cortei con i grandiosi carri in carta pesta si accompagneranno – ricorda l'assessore alla cultura del Comune, Sandra Mei -  le feste notturne, gli spettacoli pirotecnici, la rassegne teatrali e gli eventi gastronomici.

Sui viali a mare della città si potranno ammirare nove carri di prima categoria -  quelli giganti, alti venti metri e larghi dodici -  cinque di seconda categoria, nove mascherate di gruppo e nove maschere isolate create dalle ‘promesse'. A giudicarli  saranno cinquanta giurati, che vengono da tutta Italia ed anche dall'estero e i cui nomi saranno svelati solo ad edizione conclusa.  Tra le presenze attese quella di Carla Fracci, grande étolie a cui andrà uno dei riconoscimenti pensati per le donne che nel mondo si sono distinte. 

Guarda la galleria fotografica della presentazione

 


  • Condividi
  • Condividi
Questo contenuto è stato archiviato sotto Turismo, Cultura

Seguici su Facebook Twitter YouTube  Instagram RSS

Contenuto Web

Enrico Rossi Presidente
Monica Barni Vice Presidente
Vittorio Bugli Presidenza
Vincenzo Ceccarelli Territorio
Stefano Ciuoffo Economia
Federica Fratoni Ambiente
Cristina Grieco Istruzione
Marco Remaschi Agricoltura
Stefania Saccardi Sanità


L'agenda della Giunta

servizio antincendi boschivi

Leggere in Toscana

App Toscana Notizie (versioni per iOS e Android)

WhatsApp Toscana Notizie - 366-6694483

Facebook Toscana Notizie - Pagina ufficiale

Le Storie della domenica

Contenuto Web
scarica »
- La Regione dopo la riforma
scarica »
- Toscana BXL
 scarica »
- Agrifood toscano:
qualità, benessere e innovazione
scarica »
- La violenza anche se non
si vede si sente
scarica »
- Una Toscana da leggere
scarica »
- Treno della Memoria 2015
scarica »
- Storie di piatti e territori
scarica »
- La Toscana digitale
scarica »
- La memoria tutto l'anno
scarica »
- La Toscana in chiaro
scarica »
- E' tutto un altro clima
scarica »
- Cosa insegna il fiume
scarica »
- Arrivano dal mare