Salta al contenuto

Immigrazione, Bugli alla Crpm: "Accoglienza e integrazione"

23 aprile 2018 | 19:41
Scritto da Redazione
 


BRUXELLES - "L'accoglienza e l'integrazione sono due aspetti complementari che non possono essere tenuti separati anche per sfruttare al meglio il potenziale di solidarietà delle popolazioni." L'ha detto l'assessore Vittorio Bugli intervenendo alla Conferenza "Immigrazione e Asilo: Verso un approccio di Governance Multilivello" organizzata oggi al Comitato delle Regioni di Bruxelles dalla Conferenza delle Regioni Periferiche Marittime (CRPM) in collaborazione con la Regione Attica (GR).

"Il Commissario europeo agli aiuti umanitari Christos Stylianides nel suo messaggio odierno ha riconosciuto alle regioni un ruolo determinante in tema di ‘seconda accoglienza'. I nostri territori, infatti, hanno un potenziale enorme non solo nella fase emergenziale, ma anche in tema di integrazione tra cittadini", ha proseguito Vittorio Bugli, presentando il "Libro bianco sulle politiche di accoglienza di richiedenti asilo politico e protezione internazionale" adottato dalla Regione Toscana un anno fa, alla fine di un importante processo di consultazione pubblica.

"Nel Libro bianco sono indicati - ha ricordato Bugli - i principi e i requisiti del sistema di accoglienza e definiti in termini di qualità i progetti orientati alla coesione sociale e all'inserimento delle persone richiedenti asilo nelle comunità locali."

Il Libro Bianco, presentato oggi a Bruxelles, lancia un modello istituzionale nuovo che punta sull'accoglienza diffusa, sulla centralità del territorio e della rete degli attori sociali che ne rappresentano il tessuto connettivo, e su una governance pubblica.

Tra le richieste rivolte all'Europa, Vittorio Bugli ha ricordato che "forse un ripensamento dei fondi sarebbe importante per iniziative trasversali in cui la coesione sociale possa essere perseguita in maniera complementare all'accoglienza e alla integrazione".

"Il nostro Libro Bianco - ha concluso Bugli - individua nella persona il primo ed essenziale destinatario delle politiche di accoglienza: l'immigrato come individuo che possa essere protagonista della comunità di appartenenza. Ciò comporta anche il saper guardare ai bisogni della comunità nel suo complesso".

Alle discussioni hanno partecipato molti altri rappresentanti politici di regioni europee, il vice ministro Greco all'immigrazione Ioannis Balafas, il segretario generale della CRPM, Eleni Marianou ed esponenti di organizzazioni internazionali (OCDE, ICMPD, OIM). Per il Parlamento europeo, invece, sono intervenuti il vice presidente Dimitrios Papadimoulis e Mercedes Bresso, mentre per la Commissione europea hanno contribuito il direttore generale per l'Immigrazione e gli Affari interni, Paraskevi Michou, ed il Commissario europeo agli aiuti umanitari Christos Stylianides che ha inviato un video messaggio.
 


  • Condividi
  • Condividi
Questo contenuto è stato archiviato sotto Diritti e cittadinanza

Seguici su Facebook Twitter YouTube  Instagram RSS

Contenuto Web

Enrico Rossi Presidente
Monica Barni Vice Presidente
Vittorio Bugli Presidenza
Vincenzo Ceccarelli Territorio
Stefano Ciuoffo Economia
Federica Fratoni Ambiente
Cristina Grieco Istruzione
Marco Remaschi Agricoltura
Stefania Saccardi Sanità


L'agenda della Giunta

servizio antincendi boschivi

Leggere in Toscana

App Toscana Notizie (versioni per iOS e Android)

WhatsApp Toscana Notizie - 366-6694483

Telegram Toscana Notizie - 366-6694483

Facebook Toscana Notizie - Pagina ufficiale

Le Storie della domenica

Contenuto Web

scarica »
- #Toscana BXL
scarica »
- Agrifood toscano:
qualità, benessere e innovazione
scarica »
- La violenza anche se non
si vede si sente
scarica »
- Una Toscana da leggere
scarica »
- Treno della Memoria 2015
scarica »
- Storie di piatti e territori
scarica »
- La Toscana digitale
scarica »
- La memoria tutto l'anno
scarica »
- La Toscana in chiaro
scarica »
- E' tutto un altro clima
scarica »
- Cosa insegna il fiume
scarica »
- Arrivano dal mare