Salta al contenuto

Parte la campagna di comunicazione per la Sicurezza nelle cave - Scarica il podcast TRN

17 luglio 2017 | 17:00
 


Toscana Radio News del 17 luglio 2017 – Edizione del pomeriggio

Notiziario radiofonico realizzato in collaborazione con l'Agenzia ‘Toscana Notizie'

 

Edizione a cura di Rossana Mamberto. In redazione: Riccardo Pinzauti, Giovanni Ciappelli. E-mail: trntoscanaradionews@gmail.com. Edizione del pomeriggio del 17/07/2017 – anno n.7 n.200 chiusa alle 16.50.

 

Sommario

 

Dalla Giunta regionale

  • Parte la campagna di comunicazione per la Sicurezza nelle cave
  • Violenza sulle donne, Monica Barni alle 19.30 al TgR Toscana
  • Pistoia. Disturbo mentale e lavoro, una rete di aziende impegnate sul tema

 

In Toscana

  • Toscana. Incendi: nuovi roghi
  • Toscana. Incendi: sindacati chiedono di aprire turn over per operai forestali
  • Prato. Nube da azienda: Arpat-Asl,causa forse caldo e umidità
  • Firenze. Casa: Movimento di lotta occupa stabile
  • Pisa. Comuni: 43 milioni per riqualificare aree stazione Fs
  • Toscana. Credito: Crif, -6% richieste valutazione da imprese
  • Firenze. Trasporti: Ncc chiede di operare in tutta la provincia
  • Siena. Università: 8mila stranieri iscritti a corsi italiano

 

Cultura e spettacolo

  • Prato. Maledetto pratese: 60° anniversario della morte di Malaparte
  • Livorno. Estate in Fortezza Nuova

 

Notizie di servizio

  • Figline e Incisa (FI). Acqua: guasti in frazioni
  • Pistoia. Lavori di bitumatura: al via nelle zone di Piteccio e San Felice

 

Meteo e qualità dell'aria

  • Previsioni meteo per domani a cura del Lamma
  • Meteo e salute per domani a cura del Cibic-Unifi
  • Qualità dell'aria in Toscana, a cura dell'Arpat

 

 

Dalla Giunta regionale

 

Parte oggi la campagna di comunicazione per la Sicurezza nelle cave - L'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi, alla presenza del direttore regionale Inail Giovanni Asaro ha presentato oggi in Regione la campagna regionale di comunicazione per la sicurezza sul lavoro nelle cave. Per la realizzazione della campagna è stato costituito un gruppo di lavoro composto dai referenti regionali e aziendali dei settori della comunicazione e della sicurezza sui luoghi di lavoro, coinvolgendo nelle fasi di predisposizione anche le parti sociali, al fine di individuare i contenuti del messaggio. Il costo complessivo della campagna è di 30.000,00 euro. Della campagna fa parte il video di 60 secondi, girato nelle cave di marmo di Carrara, che ha per protagonisti veri cavatori. Il video sarà trasmesso dalle tv locali (Noi TV; Rete Versilia; Antenna 3) per 4 passaggi al giorno dopo il Tg della sera e del giorno, per la durata di 14 giorni. Il piano media prevede inoltre un arredo urbano con pensiline e dinamica bus nei comuni interessati (Massa e Carrara, Garfagnana, Vagli, Stazzema, Serravezza e Pietrasanta) con partenze scaglionate il 14 e il 24 luglio, per la durata di 14 giorni. Tutte le informazioni su www.regione.toscana.it/lavoraresicuri. A settembre sarà la volta della campagna per la sicurezza sul lavoro nei porti. Nel 2018 quelle dedicate a edilizia e agricoltura. Ricordiamo che nel 2016 la regione ha varato un piano biennale straordinario per la sicurezza nella lavorazione del marmo che prevede maggiori attività di controllo sui siti estrattivi e laboratori per la lavorazione del marmo. Dal 2006 al 2016 nella cave delle Apuane si sono registrati 9 infortuni mortali. (SACCARDI)

 

Violenza sulle donne, Monica Barni alle 19.30 al TgR Toscana - Le politiche della Regione per contrastare il fenomeno della violenza di genere, portato ancora una volta tragicamente alla ribalta dagli ultimi fatti di cronaca, saranno al centro dell'intervento della vice presidente e assessore alle pari opportunità Monica Barni che sarà stasera, lunedì 17 luglio, alle 19.30, in diretta al TgR della Toscana. 

 

Pistoia. Disturbo mentale e lavoro, una rete di aziende impegnate sul tema - Lanciare un brand in grado di creare una rete di tutte le aziende del territorio della provincia pistoiese interessate a favorire l'inserimento nel mondo del lavoro di persone con disturbi mentali. Questo il progetto che in fase sperimentale sta per essere lanciato a Pistoia, come parte di un piano triennale di interventi per la disabilità mentale iniziato dalla Provincia di Pistoia e sviluppato attualmente dal settore Servizi per il lavoro della Regione Toscana, promosso insieme al Dipartimento di Salute Mentale dell'ASL Toscana Centro e gestito dalla cooperativa Saperi Aperti. Le aziende che aderiranno al progetto potranno avvalersi del brand per dimostrare la propria sensibilità al tema della responsabilità sociale, oltre che degli incentivi previsti. Tra le azioni programmate è anche la formazione: ci sono corsi, laboratori, tirocini, interventi individualizzati a supporto della creazione d'impresa, costruzione di buone pratiche. Oggi le statistiche mostrano dati preoccupanti. Oltre 160 milioni, più del 30% della popolazione totale, gli europei colpiti da qualche forma di disturbo mentale, comprese anche quelle lievi, ma solo 1 europeo su 3 si cura ed arriva a rivolgersi ad uno specialista. Solo in Italia il problema riguarda circa 17 milioni di persone. Uno degli aspetti più problematici è costituito dalla mancanza di lavoro che causa o che aggrava disturbi. Il lavoro è infatti considerato condizione e strumento, fondamentali e necessari, di autonomia e riabilitazione in grado di sottrarre chi è in difficoltà al circuito dell'assistenza, con significativi vantaggi per la collettività. Intervista a Marina Babboni, dirigente responsabile dei Servizi per il Lavoro di Massa Carrara, Lucca e Pistoia della Regione Toscana. (BABBONI)

 

 

In Toscana

 

Toscana. Incendi: nuovi roghi - Non finisce l'emergenza incendi nel Grossetano. Dopo il grande incendio a Marina, vicino alle case e dove sono bruciate 26 auto in sosta, ora i vigili del fuoco stanno intervenendo fa per un rogo nella pineta di Fiumara, sulla strada tra Marina di Grosseto e Castiglione della Pescaia. L'incendio è stato rapidamente spento dai pompieri, limitando così i danni a un ridotto appezzamento boschivo, rispetto ad altri roghi molto più devastanti che ci sono stati nella zona. Nella notte i vigili del fuoco e i volontari sono intervenuti nella pineta di Levante di Viareggio nella zona di via Comparini, vicina anche ad alcuni campeggi, per un incendio, che comunque è stato circoscritto piuttosto in fretta. E' probabile che la causa sia dolosa ma l'intervento piuttosto veloce dei vigili del fuoco ha permesso di spengerlo in tempo prima che potesse propagarsi. Un vasto incendio di sterpaglie sta minacciando alcune abitazioni lungo la strada regionale 68, in direzione di Colle Val d'Elsa, nel senese. Sul posto stanno operando i vigili del fuoco supportati da due elicotteri ed è stato richiesto anche l'ausilio di un Canadair del dipartimento nazionale della protezione civile. Le fiamme sono alimentate dal vento e si spostano con rapidità impegnando le squadre dei vigili del fuoco e dei volontari della protezione civile locale dislocati anche a protezione delle abitazioni.

 

Toscana. Incendi: sindacati chiedono di aprire turn over per operai forestali - "Chiediamo alla Regione" Toscana "la riapertura del turnover degli operai forestali per l'inserimento di giovani motivati che svolgano un ruolo positivo di trascinamento del settore e vantaggio di tutta la collettività toscana". Questa la richiesta dei sindacati Flai-Cgil e Fai-Cisl di Grosseto e Siena dopo i devastanti incendi che stanno colpendo la Maremma. "Un ruolo essenziale nel servizio antincendi boschivi - dicono - viene svolto dagli operai forestali dell'Unione dei Comuni della Toscana, con personale che vanta professionalità ed esperienza in questo tipo di intervento. Queste figure professionali, fortemente legate al territorio, sono il primo presidio di deterrenza per contrastare il triste fenomeno degli incendi boschivi". "Purtroppo la figura dell'operaio non viene considerata per quello che di positivo realmente svolge - chiudono - ed allo stesso tempo si sono ridotti a livelli ormai intollerabili i finanziamenti al settore della forestazione. Anche in Toscana il numero di operai forestali si è ridotto drasticamente con ripercussioni negative sui livelli minimi essenziali".

 

Prato. Nube da azienda: Arpat-Asl,causa forse caldo e umidità - "L'esposizione solare e l'umidità presente in uno dei fusti" contenenti Biossido di Tiourea potrebbe aver dato inizio "alla decomposizione. Questa ha innalzato ulteriormente la temperatura del materiale, che ha scaldato i contenitori vicini, innestando una analoga reazione a catena". E' quanto riferiscono in una nota congiunta Arpat e Asl in merito alla nube di vapori irritanti sprigionatasi ieri sera da un'azienda produttrice di prodotti chimici per l'industria tessile in via Galcianese a Prato. Arpat e Asl, allertati intorno alle 20.30 dalla polizia municipale e che "hanno collaborato con i vigili del fuoco per definire il quadro dei rischi possibili", rilevano inoltre che "intorno alle 23:30 il fenomeno ha cominciato ad attenuarsi per gli interventi di tamponamento messi in atto dai vigili del fuoco", la cui azione ha "bloccato la reazione chimica". Ancora sulle cause, dall'ispezione che i vigili del fuoco sono riusciti a fare all'interno dei locali della ditta, assieme ai tecnici dell'azienda, "è emerso che il problema era originato dal deposito dei fusti di Biossido di Tiourea (CAS 1758-73-2)", un agente "candeggiante in granuli che reagisce con l'umidità degradandosi e scaldandosi". "I gas di decomposizione - si spiega ancora - possono dare effetti irritanti in funzione della concentrazione in aria e quindi della distanza dal punto di sviluppo dei gas stessi; irritazioni dell'apparato respiratorio, in questo caso, possono verificarsi solo nelle immediate vicinanze del punto di sviluppo del gas. Per questo, per motivi precauzionali, la popolazione delle abitazioni circostanti è stata invitata, con la collaborazione della Protezione civile, a stare all'interno delle abitazioni, chiudere le finestre e tenere spenti gli impianti di condizionamento". Ulteriori verifiche, conclude la nota, saranno effettuate oggi.

 

Firenze. Casa: Movimento di lotta occupa stabile - Occupato di nuovo a Firenze, stamani, da un gruppo di senza casa, uno stabile di proprietà dell'Unipol-Sai, già sgomberato da una precedente occupazione abusiva. L'edificio è situato in via Baracca 18 e vi si sono accampate una quarantina di persone guidate dal Movimento di lotta per la casa. Tra loro, somali già protagonisti dell'occupazione dei magazzini ex Meyer in via Luca Giordano da cui sono stati sgomberati la settimana scorsa. Nella nuova occupazione di via Baracca i senzatetto hanno esposto striscioni con scritte tipo 'Vogliamo le case'. Sul posto, personale della polizia, tra cui agenti della Digos. Lo stabile Unipol-Sai era già stato occupato abusivamente nel 2013, poi, in tempi piuttosto rapidi, nel 2015 venne sgomberato. Oggi è stato di nuovo occupato.

 

Pisa. Comuni: 43 milioni per riqualificare aree stazione Fs - Il Comune di Pisa vuole riqualificare profondamente il quartiere intorno alla stazione ferroviaria, da tempo prigioniero di microcriminalità e fenomeni diffusi di degrado: l'investimento complessivo da 43 milioni di euro prevede la trasformazione del viale che parte dalla piazza antistante la stazione con più verde e illuminazione, un parco urbano delle mura vicine, una ciclostazione nel terminal bus e il recupero degli ex-locali di servizio del personale viaggiante che saranno restaurati per ospitare attività sociali: Fino al 31 luglio questi progetti, con gli altri che insieme si sono aggiudicati le risorse governative del bando "periferie degradate", sono in mostra alla Camera di Commercio con plastici, video e pannelli. A questi progetti, sempre nella zona, si aggiungeranno anche il potenziamento di videosorveglianza e illuminazione grazie al finanziamento regionale.

 

Toscana. Credito: Crif, -6% richieste valutazione da imprese - Nel primo semestre del 2017 il numero di richieste di valutazione e rivalutazione dei crediti da parte delle imprese, in Toscana, ha fatto segnare una flessione pari a -6% rispetto allo stesso periodo del 2016, dopo il più contenuto -0,7% osservato nell'intero 2016 rispetto al 2015. Lo rivela il Barometro di Crif, secondo cui "si tratta di una delle contrazioni più significative registrate tra le regioni italiane, in rapporto ai volumi assoluti richiesti". Pisa, Siena e Pistoia vantano una maggior tenuta, con una contrazione rispettivamente del -2,1%, -3,4% e -4,5%. Le altre province segnano un calo più netto, col primato negativo per Grosseto (-15,3%) seguita da Massa-Carrara (-9,2%), mentre Firenze ha fatto registrare una flessione del -5,1%. Per quanto riguarda l'importo medio richiesto, con 77.703 euro la Toscana è poco sopra la media nazionale: in testa Arezzo e Prato, rispettivamente con un importo medio richiesto pari a 131.738 e 110.227 euro. A Firenze le imprese hanno richiesto prestiti in media per 64.725 euro; l'ultima posizione va a Massa-Carrara con un valore medio di 54.365 euro.

 

Firenze. Trasporti: Ncc chiede di operare in tutta la provincia - "La Città Metropolitana di Firenze apra nella stagione estiva la possibilità per gli Ncc di operare in tutto il territorio della provincia in modo da rendere il servizio pubblico all'altezza della città che serviamo. Obbligare turisti e cittadini ad aspettare ore interminabili in stazione o aeroporto è una pessima cartolina per tutta la nostra città". E' quanto dichiarato da Franco Giani, portavoce della nuova associazione di categoria Azione Ncc. "La proposta di modifica alla legge 21 per regolamentare una volta per tutte il settore e che permetterebbe di chiarire finalmente il rapporto fra Ncc e taxi - spiega Giani - è di nuovo ferma all'interno dell'iter del Ddl Concorrenza che sarà con ogni probabilità oggetto di nuova proroga. La Città Metropolitana, prevedendo l'istituzione di un comprensorio in grado di farci svolgere agilmente il nostro lavoro senza dover rientrare a rimessa, darebbe una risposta lungimirante contro un sistema come quello del trasporto pubblico fiorentino, evidentemente incapace di soddisfare la domanda".

 

Siena. Università: 8mila stranieri iscritti a corsi italiano - Nel 2016 gli studenti iscritti ai corsi di lingua italiana dell'Università per stranieri di Siena sono stati 8.196, "in linea con l'andamento degli ultimi anni", e sono state organizzate 302 classi con allievi di 106 nazionalità tra le quali le più rappresentate sono state Cina, Argentina, Brasile, Giappone, Germania, Spagna, Turchia, Stati Uniti. Sempre nel 2016 l'Università ha organizzato corsi di italiano per varie istituzioni, scuole e atenei di Turchia, Usa, Argentina, Regno Unito, Emirati Arabi Uniti, Israele e per i Toscani nel Mondo. Lo rende noto l'Ateneo che il 19 luglio inaugurerà i nuovi corsi di lingua e cultura italiana per stranieri. "Rispetto alle altre grandi nazioni europee, l'Italia stenta ad avere una politica linguistica coerente e coraggiosa, e investe poco nel sostegno alla lingua italiana nel mondo, benché si stiano cogliendo segni di maggiore sensibilità nelle istituzioni - osserva Pietro Cataldi, rettore dell'Università per Stranieri di Siena -; e invece la lingua è un veicolo decisivo di valori, di credibilità, perfino di successo economico. Le due Università per stranieri, quella di Perugia e quella di Siena, hanno innanzitutto questa funzione: sostenere l'italiano e la cultura italiana nel mondo. Lo facciamo con le nostre certificazioni all'estero e con i nostri laureati che insegnano italiano ovunque nel mondo; e lo facciamo in Italia".

 

 

Cultura e spettacolo

 

Prato. Maledetto pratese: 60° anniversario della morte di Malaparte - In prossimità dell'esatto anniversario della morte di Curzio Malaparte, avvenuta il 19 luglio 1957, si concentrano i due giorni più intensi di iniziative dedicate allo scrittore pratese, promosse dal Comune e coordinate dalla Biblioteca Lazzerini di Prato in occasione del 60° anniversario della sua morte. Il 18 luglio alle 18 Adelphi, la casa editrice che sta ri-pubblicando tutto Malaparte dopo anni di oblio, sarà ospite della Biblioteca Lazzerini per l'incontro L'eredità Malaparte: una conversazione con Matteo Codignola e Cristiano de Majo condotta da Chiara Mannocci. Il giorno esatto della morte - ovvero il 19 luglio - un doppio, imperdibile, appuntamento. Al mattino, si terrà la Passeggiata a Spazzavento: una camminata al mausoleo di Malaparte sul Monte Le Coste, lungo il segnavia CAI n° 10. Malaparte morì a Roma ma dopo una vita errabonda e con una sola, vera, seconda patria – Parigi – fece in modo di tornare nella sua città natale con la quale aveva mantenuto un legame, letteralmente, viscerale. Il ritrovo è a Villa Filicaia alle ore 7 per salire a Spazzavento e partecipare alla tradizionale cerimonia della deposizione della corona sulla tomba di Malaparte. Il rientro a Santa Lucia è previsto per le ore 12 circa. La sera dello stesso 19 luglio, la produzione originale di Sandro Veronesi per l'anniversario malapartiano: sul palco della Corte delle Sculture della Lazzerini, lo scrittore terrà la sua lectio magistralis sul testamento spirituale di Malaparte, Mamma marcia , uscito postumo: testo privato e pubblico, letterario e politico, immaginifico e sanguigno. Tutte le iniziative sono ad ingresso libero.

 

Livorno. Estate in Fortezza Nuova – La Fortezza Nuova a Livorno sarà location di una serie di eventi con un unico comune denominatore, la città con i suoi colori, i costumi, la cultura, i suoi sapori, che faranno da apripista all'appuntamento più atteso dell'estate livornese: l'edizione 2017 di Effetto Venezia (in programma dal 26 al 30 luglio). Da martedì 18 a domenica 23 luglio i riflettori del pratone si accenderanno sulla kermesse "Vent'anni di Ovosodo". Per festeggiare il ventennale del film l'Associazione culturale The Cage, in collaborazione con la società di produzione cinematografica Motorino Amaranto e con la media partnership de Il Tirreno e il patrocinio del Comune, ha organizzato una settimana di festeggiamenti. Sei giorni di proiezioni, incontri, itinerari, contest e stelle del cinema per un compleanno che coinvolge l'intera città. Per l'occasione sulla Falsa Braga della Fortezza Nuova sarà attrezzato un villaggio con spazio ristoro, street food, bar e un'area cinema che ospiterà la rassegna dedicata ai film di Virzì girati a Livorno e dintorni, e, a seguire, incontri con attori, maestranze e ospiti a tema. Da segnalare gli itinerari "Sulle tracce di Ovosodo" - percorsi tematici a piedi, in bus (con il City Sightseeing scoperto) e in battello alla scoperta dei luoghi dei film, a cura della cooperativa di servizi culturali Itinera - e il contest fotografico su Instagram #OVOSODO20 in collaborazione con @igerslivorno, che durante tutta la durata della manifestazione sfiderà la città a colpi di scatti fotografici.

 

 

Notizie di servizio

 

Figline e Incisa (FI). Acqua: guasti in frazioni - Nel comune di Figline e Incisa Valdarno, a causa di un guasto sulla rete idrica, nelle prossime ore si verificheranno forti abbassamenti di pressione e mancanze d'acqua nelle zone di Montelfi, Loppiano, Croce di Sant'Antonio, Burchio, Palazzolo e limitrofe. Lo rende noto Publiacqua i cui tecnici "sono già al lavoro per la riparazione. La situazione - riporta una nota - tornerà a normalizzarsi con gradualità nel corso del tardo pomeriggio".

 

Pistoia. Lavori di bitumatura: al via nelle zone di Piteccio e San Felice - Alcune zone delle frazioni pistoiesi di Villa di Piteccio e San Felice saranno interessate questa settimana da lavori di rifacimento della bitumatura delle strade. Lunedì 17 e martedì 18 luglio in via Villa di Piteccio (nel tratto tra l'abitato di Piteccio e via Nuova Villa di Piteccio), dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 18 sarà istituito il divieto di sosta con rimozione forzata e sarà vietato il transito a tutti i veicoli. Compatibilmente allo svolgimento dei lavori dovrà comunque essere consentito il passaggio dei mezzi di soccorso ed emergenza. In piazza Begliomini sarà istituito il divieto di sosta con rimozione forzata per tutti i veicoli per permettere il deposito e lo stazionamento di materiali e mezzi dell'impresa esecutrice dei lavori. In via San Felice e Piteccio (nel tratto in prossimità dell'abitato di Piteccio), mercoledì 19 e venerdì 21 dalle 8.30 alle 18 sarà istituito il divieto di sosta con rimozione forzata e pertanto sarà provveduto alla parziale deviazione del traffico sulla porzione della carreggiata rimasta libera mediante l'istituzione di un senso unico alternato regolato sul posto. Giovedì 20 luglio, dalle 8.30 alle 18 sarà istituito divieto di sosta e di transito a tutti i veicoli indirizzando il transito su percorsi alternativi.

 

 

Meteo e qualità dell'aria

 

Previsioni meteo per domani a cura del Lamma - Stato del cielo e fenomeni: sereno o poco nuvoloso. Venti: deboli a regime di brezza. Mari: calmi o poco mossi. Temperature: massime in aumento nell'interno con punte di 34-35 °C in pianura, ma secco.

 

Meteo e salute per domani a cura del Cibic-Unifi - Temperature percepite in generale aumento soprattutto nei valori massimi: sui capoluoghi di provincia si supereranno facilmente temperature percepite di 30 °C, con punte massime di 32 a Firenze e Prato. Il disagio, quindi, persisterà per buona parte del pomeriggio su livelli moderati, mentre sarà assente al mattino e in serata. Ventilazione debole e tassi di umidità ancora su livelli medio-bassi.

 

Qualità dell'aria in Toscana, a cura dell'Arpat - I dati sulla qualità dell'aria ieri in Toscana sono consultabili direttamente on line.

 

 

 


  • Condividi
  • Condividi

Seguici su Facebook Twitter YouTube  Instagram RSS

Contenuto Web

Enrico Rossi Presidente
Monica Barni Vice Presidente
Vittorio Bugli Presidenza
Vincenzo Ceccarelli Territorio
Stefano Ciuoffo Economia
Federica Fratoni Ambiente
Cristina Grieco Istruzione
Marco Remaschi Agricoltura
Stefania Saccardi Sanità


L'agenda della Giunta

servizio antincendi boschivi

Emergenza idrica 2017

Leggere in Toscana

App Toscana Notizie (versioni per iOS e Android)

WhatsApp Toscana Notizie - 366-6694483

Telegram Toscana Notizie - 366-6694483

Facebook Toscana Notizie - Pagina ufficiale

Le Storie della domenica

Contenuto Web
scarica »
- Agrifood toscano:
qualità, benessere e innovazione
scarica »
- La violenza anche se non
si vede si sente
scarica »
- Una Toscana da leggere
scarica »
- Treno della Memoria 2015
scarica »
- Storie di piatti e territori
scarica »
- La Toscana digitale