Salta al contenuto

Prato, inaugurato ieri lotto 3C della Seconda Tangenziale - Scarica il podcast TRN

9 luglio 2019 | 11:58
 


Toscana Radio News del 9 luglio 2019 – Edizione del mattino

Notiziario radiofonico realizzato in collaborazione con l'Agenzia ‘Toscana Notizie'

 

Edizione a cura di Giovanni Ciappelli. In redazione: Rossana Mamberto, Riccardo Pinzauti. E-mail: trntoscanaradionews@gmail.com. Edizione del mattino del 09/07/2019 – anno n.9 n.172 chiusa alle 11.55.

 

Sommario

 

Dalla giunta regionale

  • Medicina, 132 contratti di specializzazione finanziati dalla Regione
  • Prato, inaugurato ieri lotto 3C della Seconda Tangenziale
  • Epatite C, al via in Toscana nuova campagna
  • Piombino, incontro in Regione su sperimentazioni acciai al piombo
  • Lavoro: cresce progetto "Inside Osmannoro", presentato servizio "Check up imprese"

 

In Toscana

  • Prato. Tensioni tra manifestanti e polizia durante una protesta sindacale
  • Toscana. Economia circolare e stop a inceneritore: plauso da Legambiente e Cgil
  • Firenze. Crac Braccialini: inchiesta chiusa. 46 indagati
  • Pianosa (LI). Yacht in cantiere, diportista multato
  • Pisa. Trapianti di fegato da donatori ultranovantenni
  • Firenze. Ritrovato scheletro di donna agli Uffizi
  • Prato. Marini riconfermato alla guida del Museo del Tessuto

 

Cultura e Spettacolo

  • Firenze. Obey in mostra con "Make art not war"
  • Capoliveri (Li), domani "Porgy and Bess" per il Magnetic Opera Festival
  • Prato. Al Pecci Summer Live arrivano i Tre Allegri Ragazzi Morti

 

Notizie di servizio

  • A1 Milano - Napoli: chiusure notturne
  • Grosseto. Zanzare: un'ordinanza per la disinfestazione

 

Meteo e qualità dell'aria 

  • Previsioni meteo per oggi, martedì 9 luglio, a cura del Lamma
  • Qualità dell'aria ieri in Toscana, a cura dell'Arpat

 

 

 

Dalla giunta regionale

 

Medicina, 132 contratti di specializzazione finanziati dalla Regione - Sono 132 i contratti aggiuntivi di formazione specialistica che la Regione Toscana ha deciso di finanziare a favore delle Università degli Studi di Firenze, Pisa e Siena (24 dei quali attraverso l'Azienda Usl Toscana Centro), con un impegno economico complessivo di oltre 16 milioni. Lo prevede una delibera approvata ieri dalla Giunta regionale. Si tratta di 132 posti in più per le scuole di specializzazione in medicina e chirurgia che si aggiungono a quelli che ogni anno il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca assegna a ciascuna scuola, in base ad una disposizione dello stesso Miur che garantisce alle Regioni la possibilità di attivare contratti in aggiunta a quelli statali, compatibilmente con la capacità ricettiva delle singole scuole. La delibera stabilisce inoltre che l'accesso ai contratti è riservato agli iscritti agli ordini dei medici della Toscana e chi ne usufruirà dovrà prestare la propria attività lavorativa per almeno 5 anni nelle strutture e negli enti del Servizio sanitario regionale toscano. La scelta della Regione punta a rafforzare le specialità in cui, a seguito di un'analisi condotta nelle strutture del servizio sanitario regionale, si registrano o si prevedono, in prospettiva, carenze o comunque necessità di rinforzi, finanziando i posti disponibili non coperti dai contratti ministeriali in sette discipline considerate strategiche: anestesia e rianimazione, medicina e chirurgia d'urgenza, pediatria, radiodiagnostica, ostetricia e ginecologia, medicina interna e chirurgia generale. Quest'anno i contratti attribuiti dal Miur alle Università toscane sono passati da 486 a 672, con un incremento che sfiora il 40%. Con i 132 contratti finanziati dalla Regione Toscana, i posti complessivi messi a disposizione dagli atenei toscani sono 804. L'iniziativa è stata presentata dal presidente della Regione Enrico Rossi e dall'assessore regionale al diritto alla salute Stefania Saccardi. (IN ALLEGATO: ROSSI_SPECIALIZZAZIONIBIS.MP3; SACCARDI_SPECIALIZZAZIONI.MP3)

 

Prato, inaugurato ieri lotto 3C della Seconda Tangenziale - E' stato inaugurato ed aperto al traffico ieri il lotto 3C della Seconda Tangenziale di Prato, che collega viale dell'Unione Europea con via Provinciale Pratese a Stazione di Montale ed Agliana. Il nuovo tratto è lungo 1.730 metri, per la maggior parte nel territorio di Montale, attraversando anche le aree di Prato e Montemurlo, e comprende i due ponti realizzati su Agna e Medancione: anche per la complessità delle opere idrauliche i lavori hanno richiesto tre anni, da aprile 2016 a maggio 2019. Il costo è di 6.400.000 euro, suddiviso tra i Comuni di Prato, Montemurlo, Montale, Agliana, Quarrata, Province di Prato e Pistoia e Regione Toscana. Al taglio del nastro hanno partecipato tra gli altri l'assessore della Regione Toscana alle Infrastrutture Vincenzo Ceccarelli e il sindaco di Prato Matteo Biffoni. Il Lotto 3C si riallaccia a viale dell'Unione Europea, con il nuovo tratto di Seconda Tangenziale inaugurato nel 2017, che va dalla rotatoria di via Argine della Bardena fino alla bretella di via Giulianti alle Caserane, per ricucirsi poi alla Strada Regionale 66 ai Casini e raggiungere Quarrata in una manciata di minuti.  Il nuovo tassello ricuce tutte le aree industriali della piana tra Prato e Pistoia mettendo in comunicazione i due caselli autostradali della A11 Prato Est e Prato Ovest, i due Macrolotti pratesi, il depuratore del Calice e le aree produttive di Montemurlo, di Montale, di Agliana e di Quarrata. "Questi sono i momenti più belli per un amministratore pubblico perché diamo una soluzione alle necessità dei cittadini - ha dichiarato l'assessore della Regione Toscana alle Infrastrutture Vincenzo Ceccarelli – Quando un'opera pubblica si conclude è anche un momento in cui si risalda la fiducia tra i cittadini e i rappresentanti delle istituzioni. L'inaugurazione di stamani è un altro tassello della Seconda tangenziale che si completa ed entra in servizio, migliorando la rete della viabilità: questo non solo significa dare una soluzione importante alla mobilità complessiva, ma anche dare una risposta alle esigenze di una zona che rappresenta uno dei cuori produttivi e propulsivi della nostra regione".

 

Epatite C, al via in Toscana nuova campagna - Contro il virus dell'epatite C siamo alla sfida finale. La guerra dichiarata da tempo dalla Regione al virus Hcv per debellare una malattia che, solo pochi anni fa, anche in Toscana, metteva gravemente a rischio la salute di molte persone, è oggi a una svolta. La Regione ha messo a disposizione dei pazienti che hanno contratto il virus una cura che consente, in oltre il 95% dei casi, di eliminarlo definitivamente ed arrivare a una completa guarigione. Ad oggi, però, ci sono molte persone che hanno contratto la malattia in forma cronica semplicemente perché non sanno di essere malate e di, conseguenza, non si sottopongono al trattamento. Ecco perché è fondamentale anche in questa fase la sensibilizzazione di tutti i cittadini verso una patologia particolarmente insidiosa perché, per anni, i sintomi possono essere silenti mentre il virus fa il suo corso producendo danni anche molto gravi, contribuendo all'insorgere di ulteriori patologie croniche come diabete, malattie reumatiche e cardiologiche. Dopo una prima campagna che si è rivelata efficace e che ha consentito di arrivare a trattare e guarire un alto numero di pazienti, la Regione affila nuovamente le sue armi, con l'obiettivo, ambizioso ma ormai realistico, di andare verso l'eradicazione del virus nella popolazione toscana. "La nostra idea, fin dall'inizio - spiega il presidente della Regione Enrico Rossi - è stata quella di trattare i malati di epatite C anche in fase precoce, senza aspettare la cronicizzazione. Abbiamo messo i nuovi farmaci a disposizione dei pazienti, con l'obiettivo di ottenere il maggior numero di guarigioni per riuscire a tagliare le gambe alla malattia e, nello stesso tempo, incidere positivamente sul sistema sanitario e sui costi sociali che una patologia cronica così grave comporta. E' stata una scommessa, un intervento di salute pubblica significativo e i fatti ci stanno dando ragione". "Per questo - aggiunge il presidente - siamo determinati ad andare avanti per trattare e guarire un numero ancora maggiore di pazienti. Si stima, infatti, che ci sia ancora una quota di cittadini che non sa che la cura è disponibile, efficace e gratuita. E' a loro, a questa parte ancora sommersa, che vogliamo arrivare. La Regione ha nella sua missione l'obiettivo di prendersi cura dei propri cittadini: proprio per questo sta cercando di raggiungere anche queste persone con varie azioni di comunicazione e screening".

 

Piombino, incontro in Regione su sperimentazioni acciai al piombo - La Regione monitora con attenzione le sperimentazioni in atto presso le acciaierie JSW (ex Aferpi) di Piombino per la realizzazione, in due diversi reparti, di acciai al piombo. E' quanto emerso ieri dall'incontro convocato dal consigliere del presidente per il lavoro Gianfranco Simoncini, su richiesta delle organizzazioni sindacali, per fare il punto sulle due sperimentazioni e soprattutto per dare garanzie ai lavoratori sulla tutela della salute e della sicurezza. All'incontro, oltre agli uffici regionali, hanno partecipato gli organismi di vigilanza della Asl Toscana Nord Ovest, l'Arpat, i rappresentanti per la sicurezza e le organizzazioni sindacali. Fermo restando che siamo in presenza di sperimentazioni che, in quanto tali, non hanno bisogno di autorizzazione, la Regione ha tuttavia assicurato di monitorare con attenzione l'attività nei due treni di laminazione dedicati alla produzione di acciai al piombo, attraverso uno stretto rapporto fra Regione, organismi di vigilanza e organizzazioni sindacali, mentre l'Asl terrà costanti rapporti con i rappresentanti per la sicurezza dei lavoratori. Va comunque ribadito che l'onere primario di tenere informate le organizzazioni sindacali e gli Rls sta in capo, per legge, all'azienda. Il consigliere Simoncini ha espresso l'auspicio che i risultati del monitoraggio siano positivi anche per quanto riguarda la produzione, in modo da poter dare l'avvio all'iter autorizzativo per l'avvio a regime delle nuove linee produttive. Nei prossimi giorni gli uffici regionali chiederanno all'azienda informazioni sui tempi di realizzazione e sulla conclusione delle sperimentazioni. L'incontro si è concluso ribadendo che il tavolo regionale resta a disposizione ed è pronto a riunirsi di nuovo in caso di necessità.

 

Lavoro: cresce progetto "Inside Osmannoro", presentato servizio "Check up imprese" - Si arricchisce il progetto ‘Inside Osmannoro', lo sportello di informazioni per cittadini e imprese cinesi dei Comuni di Sesto Fiorentino, Firenze, Campi Bisenzio, Prato ed Empoli finanziato dalla Regione Toscana: Cna Firenze Metropolitana scende in campo per la sicurezza sul lavoro e mette a disposizione ‘Check up imprese', un servizio gratuito per la verifica dei rischi nelle imprese cinesi. L'iniziativa consiste in una consulenza gratuita messa a disposizione dai tecnici di Ambiente Impresa, la società di Cna che si occupa di sicurezza, per verificare l'esistenza di rischi connessi alle attrezzature, alle sostanze, agli impianti per quanto riguarda sicurezza, rumore, vibrazioni. In caso di irregolarità i tecnici suggeriscono alle aziende idonee misure di prevenzione da adottare. ‘Check up imprese' è stato presentato ieri nel Comune di Sesto Fiorentino, alla presenza tra gli altri dell'assessore regionale alla presidenza e alle politiche per la sicurezza Vittorio Bugli e del sindaco di Sesto Lorenzo Falchi. Importante il ruolo della Regione Toscana che ha finanziato ‘Inside Osmannoro', lo sportello informativo e di consulenza che opera non solo con l'apertura al pubblico, ma anche attraverso i canali digitali (con un portale dedicato e messaggi sul canale Wechat) e rivolto sia a cittadini che a imprese cinesi. La presentazione del servizio ‘Check up imprese' è stata anche l'occasione per fare un bilancio di ‘Inside Osmannoro'. "Dopo un anno di sperimentazione abbiamo registrato ottimi risultati, per questo abbiamo deciso di rifinanziare il progetto", ha annunciato l'assessore Bugli. "In questo anno abbiamo allargato la rete a Prato e Empoli, e i riscontri sia allo sportello che in rete e sui social ci hanno confermato della bontà di questo nuovo modello".

 

 

In Toscana

 

Prato. Tensioni tra manifestanti e polizia durante una protesta sindacale – Ci sono state nuove tensioni a Prato tra lavoratori stranieri, che hanno preso parte la notte scorsa a un picchetto davanti alla sede del Panificio Toscano, e la polizia. Lo rende noto il quotidiano La Nazione. Da quanto spiegato dal sindacato Si Cobas un manifestante e un agente sono stati medicati in ospedale, altre due persone che avevano preso parte all'iniziativa di protesta sono state portate in questura. Ieri poi c'è stata una manifestazione di una quarantina di lavoratori pakistani del Panificio Toscano davanti alla sede della Coop di via Valentini a Prato: esposti striscioni e intonati slogan. I manifestanti, come la notte scorsa, chiedono «l'applicazione corretta del contratto di lavoro». Manifestazioni per i contratti dei dipendenti del Panificio toscano si erano già svolte nei mesi scorsi, promosse sempre da Si Cobas. L'azienda, che ha sedi a Collesalvetti e a Prato, è tra i fornitori dell'Unicoop. «Dopo un anno dall'inizio della vertenza sindacale, continua a non essere applicato correttamente il contratto - spiega Luca Toscano di Si Cobas -. Lo stato di agitazione è ripartito dopo sei mesi di richieste di apertura di un tavolo di confronto al quale l'azienda si è sempre voluta sottrarre».

 

Toscana. Economia circolare e stop a inceneritore: plauso da Legambiente e Cgil - "Finalmente la Regione Toscana, con questa opportuna revisione del Piano Regionale Rifiuti, entra nell'ottica dell'economia circolare. Plaudiamo - dichiara Fausto Ferruzza, presidente di Legambiente Toscana - decisamente alla scelta della Giunta, che conferma quanto Legambiente ha sempre sostenuto. Vale a dire che l'opzione rifiuti zero comporta necessariamente e rigorosamente il varo di una stagione d'impianti mille". Soddisfazione anche nelle parole di Maurizio Brotini della segreteria della Cgil Toscana. "E' buona e condivisibile la scelta della Regione Toscana di chiudere definitivamente con l'ipotesi di inceneritore di Case Passerini. Riduzione e riuso dei rifiuti, raccolta differenziata, impianti di trattamento intermedio e riciclo delle materie prime-seconde, in un'ottica di economia circolare: è questa la strada giusta da intraprendere, con il presupposto di prevedere risorse per salvaguardare le condizioni di lavoro e di salute degli addetti all'attività di raccolta ‘porta a porta'. Come Cgil Toscana lo abbiamo sostenuto da tempo; ora si coinvolgano le amministrazioni di Livorno e Collesalvetti sulla nuova bioraffineria, assieme alle organizzazioni sindacali e ambientaliste dei territori".

 

Firenze. Crac Braccialini: inchiesta chiusa. 46 indagati – La Procura di Firenze ha concluso l'inchiesta sul fallimento del noto brand della pelletteria Braccialini. L'azienda è fallita nel dicembre 2017 lasciando debiti per 37 milioni di euro. A chiusura delle indagini gli indagati sono 46, fra cui i fratelli Massimo e Riccardo Braccialini, i membri del consiglio di amministrazione e del collegio sindacale nel periodo compreso fra il 2011 e il 2014 e quelli incarica nel 2016 quando fu inoltrata l'istanza di concordato preventivo. Sempre gli indagati anche dirigenti di otto banche che avrebbe concesso finanziamento alla Braccialini anche se non esistevano le condizioni. L'accusa principale è bancarotta societaria da falso in bilancio.

 

Pianosa (LI). Yacht in cantiere, diportista multato - Lo yacht, che due giorni fa era entrata nell'area marina protetta dell'isola di Pianosa e che si era incagliato davanti a Cala Giovanna, è in un cantiere navale a Portoferraio, dove sono in corso le operazioni per ripararlo. Lo rende noto il sito Toscanamedianews,it. L'imbarcazione era stata disincagliata grazie all'intervento della Capitaneria di porto, senza danni per le cinque persone a bordo e per l'ambiente. Come si apprende da una nota della Capitaneria di porto di Portoferraio, il diportista è stato sanzionato per aver violato la norma che impone di navigare impone il divieto di navigare entro un miglio dalla costa dell'isola di Pianosa. Sono ancora in corso di accertamento i motivi che hanno causato l'incidente e il diportista dovrà ora rispondere ad una serie di domande a seguito dell'apertura dell'inchiesta da parte della Capitaneria di porto elbana.

 

Pisa. Trapianti di fegato da donatori ultranovantenni - La prima esperienza mondiale di trapianto di fegato da donatori ultranovantenni trova spazio sulla rivista scientifica Liver Transplantation grazie allo studio condotto nell'unità operativa di chirurgia epatica e del trapianto di fegato dell'Azienda ospedaliero universitaria pisana diretta dal professor Paolo De Simone, che riporta sedici casi di trapianto eseguiti con organi di donatori di età superiore ai novanta anni. Gli autori, sottolinea l'Aoup, dimostrano che i risultati di sopravvivenza sono del tutto analoghi a quelli ottenuti utilizzando organi di donatori più giovani. Il progressivo innalzamento dell'età dei donatori di organi, che nel nostro Paese è ormai prossima ai 70 anni, ha spinto verso l'introduzione di strategie di ottimizzazione, senza rinunciare a considerare gli organi solo sulla base della loro età.

 

Firenze. Ritrovato scheletro di donna agli Uffizi - I resti perfettamente conservati di una donna sono stati trovati agli Uffizi di Firenze nell'area di scavo adiacente all'aula di San Pier Scheraggio. Si tratta di uno scheletro rinascimentale, spiega il museo, perfettamente conservato e risalente presumibilmente alla fine del '400. Le spoglie sono in un punto dove un tempo c'era una chiesa, esistente prima ancora che gli Uffizi fossero edificati e ne 'inglobassero' gli spazi. Era un luogo di culto molto frequentato, tra l'altro anche dal sommo poeta Dante Alighieri. Gli scavi archeologici effettuati sotto la guida della Soprintendenza da circa 20 anni, hanno riportato alla luce una porzione dei sotterranei dell'antico edificio religioso, che, come usava nel passato, veniva anche usato come luogo di sepoltura. Lo scheletro, indicato con codice identificativo 101, verrà ora portato ai laboratori di archeoantropologia della Soprintendenza per essere sottoposto ad esami ed analisi.

   

Prato. Marini riconfermato alla guida del Museo del Tessuto - Francesco Nicola Marini è stato confermato alla presidenza della Fondazione Museo del Tessuto di Prato per il quadriennio 2019-2022. Al suo fianco come vicepresidente Giuseppe Moretti. La riforma statutaria entrata in vigore nei primi mesi del 2019 fa sì che il nuovo mandato avrà la durata di quattro esercizi finanziari e non più tre anni. Tra le novità della riforma, l'ingresso ai tre enti che contribuiscono in modo molto rilevante al supporto delle attività ordinarie e straordinarie della Fondazione, Estra spa, Fondazione Cassa di Risparmio di Prato e Saperi srl, di un rappresentante nel Comitato di gestione che passa così da 6 membri a 9. Reso anche noto che il bilancio 2018 si è chiuso in pareggio e che i visitatori del museo, complessivamente 27.618, sono aumentati del 39% rispetto al 2017.

 

 

 

Cultura e Spettacolo

 

Firenze. Obey in mostra con "Make art not war" - Nel trentennale dell'inizio della sua attività di street artist Shepard Fairey in arte OBEY arriva a Palazzo Medici Riccardi, nel cuore di Firenze, con la mostra OBEY. MAKE ART NOT WAR un viaggio visivo che incrocia quattro temi - Donna, Ambiente, Pace, Cultura - ricreando nel museo un'ideale passeggiata nella notte metropolitana. Con il sostegno della Regione Toscana e il patrocinio di Città Metropolitana di Firenze, fino al 20 ottobre 2019, grandi opere e piccole serigrafie di OBEY, grazie al suo messaggio pacifista ed ecologista, stimoleranno riflessioni su temi umanitari, su passaggi esistenziali, su utopie sociali, su valori al di sopra delle leggi. Un excursus a tutto tondo dedicato ad un artista che, con il suo apporto di creatività, lanciò la prima campagna politica di Obama trasformando l'immagine del futuro presidente degli Stati Uniti in un'icona tra le più riconoscibili al mondo.

 

Capoliveri (Li), domani "Porgy and Bess" per il Magnetic Opera Festival – La Miniera di Ginevro di Capoliveri, all'Isola d'Elba, ospita domani sera "Porgy and Bess" di George Gershwin per il cartellone del Magnetic Opera Festival, rassegna nata per ripensare luoghi legati al lavoro e alla vita quotidiana. Il festival ha preso il via domenica scorsa e durerà fino al 22 luglio. Lo spettacolo di domani è affidato ai solisti e al coro del New York Harlem Theatre, diretti da William Barkhymer, con la regia di Baayork Lee. Gli appuntamenti sono stati presentati da Piero Gagliardi, organizzatore del festival. (IN ALLEGATO: GAGLIARDI_MAGNETIC.MP3).

 

Prato. Al Pecci Summer Live arrivano i Tre Allegri Ragazzi Morti - Secondo appuntamento stasera alle 21 a Prato con la rassegna musicale Pecci Summer Live, i concerti al teatro all'aperto del Centro Pecci caratterizzati da una forte commistione di generi e artisti capaci di coinvolgere pubblici diversi. Sarà la volta del rock dei Tre Allegri Ragazzi Morti, accompagnati dalla cumbia psichedelica di Cacao Mental. Il programma completo su www.centropecci.it/it/eventi/pecci-summer-live-2019.

 

 

Notizie di servizio

 

A1 Milano - Napoli: chiusure notturne - Sulla A1 Milano-Napoli per programmati lavori di pavimentazione, previsti in orario notturno, a ridotto flusso di veicoli, nelle due notti consecutive di martedì 9 e mercoledì 10 luglio, con orario 22:00-6:00, saranno adottati i seguenti provvedimenti al traffico: chiusura del tratto tra il bivio con la Variante di Valico e Pian del Voglio in direzione di Firenze; chiusura della stazione di Rioveggio in entrata verso Firenze e in uscita per chi proviene da Bologna; chiusura della stazione di Pian del Voglio in uscita per chi proviene da Bologna. In alternativa alla stazione autostradale di Rioveggio, si consiglia di utilizzare la stazione autostradale di Sasso Marconi, mentre per la stazione di Pian del Voglio si potrà utilizzare la stazione di Badia in A1 Variante. Sempre sulla A1 lavori di pavimentazione, previsti in orario notturno, a ridotto flusso di veicoli, dalle 22:00 di giovedì 11 alle 6:00 di venerdì 12 luglio, saranno adottati i seguenti provvedimenti al traffico: chiusura in uscita, con provenienza sia da Roma che da Bologna, della stazione autostradale di Firenze Nord; chiusura dell'interconnessione con la A11 per chi proviene da Roma ed è diretto verso Pisa Nord. In alternativa, per il traffico che dalla A1 Milano-Napoli è diretto a Firenze Nord, si consiglia di proseguire in A11 ed uscire a Firenze Ovest; mentre per il traffico sopraggiungente dalla A1 con provenienza Roma diretto a Pisa Nord, si consiglia di proseguire sulla A11 Firenze-Pisa Nord fino a Firenze Peretola, percorrere la rotatoria e seguire le indicazioni per Pisa Nord.

 

Grosseto. Zanzare: un'ordinanza per la disinfestazione - Mercoledì 10 luglio dall'1 alle 5 verrà effettuato, tramite ditta specializzata incaricata dal Comune di Grosseto, un trattamento di disinfestazione nebulizzando un prodotto a basso impatto ambientale e a ridotta persistenza specifico contro mosche, zanzare, ecc., sia sul verde pubblico che sul verde privato a Rispescia, Marina di Grosseto e Principina mare. Pertanto gli abitanti delle frazioni interessate dovranno seguire alcune pratiche indicate nell'ordinanza: tenere porte e finestre chiuse durante le ore notturne della notte interessata dal trattamento; rimuovere la biancheria lasciata ad asciugare durante le ore notturne nella notte interessata dal trattamento; custodire eventuali animali domestici in locali chiusi durante il trattamento; non lasciare alimenti e bevande all'aperto; rimuovere eventuali abbeveratoi degli animali domestici; evitare il consumo di frutta e verdura provenienti dalle aree oggetto di trattamento fino alla mezzanotte del terzo successivo allo stesso (in seguito si consiglia un accurato lavaggio prima del loro consumo). Info www.comune.grosseto.it/albo/viste/webListaAllegatiWindow.php?id=17145.

 

 

Meteo e qualità dell'aria

 

Previsioni meteo per oggi, martedì 9 luglio, a cura del Lamma

 

Stato del cielo e fenomeni: poco nuvoloso con occasionali rovesci o temporali sulle zone interne.

Venti: in prevalenza meridionali, fino a moderati sulla costa e in Maremma. 

Mari: mossi, tendenti a poco mossi.

Temperature: pressoché stazionarie o in lieve calo, ma con alti tassi di umidità.

 

Qualità dell'aria ieri in Toscana, a cura dell'Arpat

 

http://www.arpat.toscana.it/temi-ambientali/aria/qualita-aria/mappa_qa/index/pm10/tutte/08-07-2019


  • Condividi
  • Condividi

Seguici su Facebook Twitter YouTube  Instagram RSS

Contenuto Web

Enrico Rossi Presidente
Monica Barni Vice Presidente
Vittorio Bugli Presidenza
Vincenzo Ceccarelli Territorio
Stefano Ciuoffo Economia
Federica Fratoni Ambiente
Cristina Grieco Istruzione
Marco Remaschi Agricoltura
Stefania Saccardi Sanità


L'agenda della Giunta

servizio antincendi boschivi

Leggere in Toscana

App Toscana Notizie (versioni per iOS e Android)

WhatsApp Toscana Notizie - 366-6694483

Facebook Toscana Notizie - Pagina ufficiale

Le Storie della domenica

Contenuto Web
scarica »
- Per la storia di un confine difficile

scarica »
- La Regione dopo la riforma

scarica »
- Toscana BXL

 scarica »

- Agrifood toscano:
qualità, benessere e innovazione
scarica »
- La violenza anche se non
si vede si sente
scarica »
- Una Toscana da leggere
scarica »
- Treno della Memoria 2015
scarica »
- Storie di piatti e territori
scarica »
- La Toscana digitale
scarica »
- La memoria tutto l'anno
scarica »
- La Toscana in chiaro
scarica »
- E' tutto un altro clima
scarica »
- Cosa insegna il fiume
scarica »
- Arrivano dal mare