Salta al contenuto

Rifiuti e partecipazione, prossimo incontro a Peccioli il 22 febbraio alle 16

17 febbraio 2017 | 15:23
Scritto da Chiara Bini
 


FIRENZE – Proseguono gli incontri pubblici con la cittadinanza sulle modifiche del Piano Regionale Rifiuti e Bonifiche. Dopo Pontassieve, il secondo appuntamento, organizzato sempre nell'ambito del percorso partecipativo previsto dalla legge regionale 65/2014 e dal programma delle attività contenuto nelle delibere di avvio del procedimento di modifica del PRB, sarà a Peccioli.

L'incontro è fissato per mercoledì 22 febbraio alle ore 16.00, presso l'Incubatore di Imprese di Peccioli (Pi) Via Boccioni 1 (piano terra) sulla modifica del Prb che interessa l'impianto di Peccioli. In quell'occasione verrà illustrato il percorso amministrativo che ha condotto alla modifica del Piano da parte della Direzione Rifiuti della Regione Toscana.

Sarà presente l'assessore all'ambiente e all'energia Federica Fratoni. Insieme a lei il Garante regionale nel suo ruolo terzo di moderatore tra l'amministrazione e la cittadinanza.

Partecipazione

a partecipazione pubblica si svolge durante tutto il procedimento di formazione, dall'avvio all'approvazione del piano. Il Garante, dopo l'esito della partecipazione digitale, procederà, prima dell'adozione del Piano, ad esaminare da un punto di vista oggettivo e soggettivo i contributi pervenuti.

Successivamente all'adozione, il Garante curerà le ulteriori attività d'informazione e partecipazione in relazione alle osservazioni pervenute e alle controdeduzioni. PRB e autosufficienza Nell'ambito dell'assetto della governance e della pianificazione di settore, la Regione Toscana ha messo in atto una profonda riorganizzazione che ha interessato non solo le funzioni amministrative svolte dall'ente ma, più in generale, la centralità del ruolo regionale nella programmazione e attuazione delle politiche in molte materie compresa la gestione dei rifiuti. In tale contesto s'inserisce anche la modifica del PRB in corso che, riconfermando gli obiettivi fissati dal piano vigente, anticipa in maniera mirata e limitata la più generale revisione della dotazione impiantistica di smaltimento e recupero dei rifiuti urbani che sarà oggetto del successivo adeguamento del PRB a quanto disposto dalla lr 61/2014.

In coerenza con l'impostazione strategia del piano vigente che mira anche alla razionalizzazione impiantistica, la modifica interviene infatti prevedendo l'eliminazione dell'impianto di trattamento termico di Selvapiana (comune di Rufina) e l'inserimento dell'impianto di trattamento meccanico biologico realizzato presso la discarica di Legoli (comune di Peccioli) attuando l'obiettivo specifico dell'autosufficienza e dell'efficienza economica nella gestione dei rifiuti.


  • Condividi
  • Condividi
Questo contenuto è stato archiviato sotto Ambiente

Seguici su Facebook Twitter YouTube  Instagram RSS

Contenuto Web

Enrico Rossi Presidente
Monica Barni Vice Presidente
Vittorio Bugli Presidenza
Vincenzo Ceccarelli Territorio
Stefano Ciuoffo Economia
Federica Fratoni Ambiente
Cristina Grieco Istruzione
Marco Remaschi Agricoltura
Stefania Saccardi Sanità


L'agenda della Giunta

Salone Libro Torino 2017

App Toscana Notizie (versioni per iOS e Android)

WhatsApp Toscana Notizie - 366-6694483

Telegram Toscana Notizie - 366-6694483

Facebook Toscana Notizie - Pagina ufficiale

Le Storie della domenica

Contenuto Web
scarica »
- Agrifood toscano:
qualità, benessere e innovazione
scarica »
- La violenza anche se non
si vede si sente
scarica »
- Una Toscana da leggere
scarica »
- Treno della Memoria 2015
scarica »
- Storie di piatti e territori
scarica »
- La Toscana digitale