Salta al contenuto

Rossi a Comdata: "Sostegno all'azienda e ai disoccupati che rischiano di rimanere senza sussidi"

12 febbraio 2016 | 19:11
Scritto da Tiziano Carradori
 


LIVORNO - Il presidente della Regione, Enrico Rossi, ha visitato oggi pomeriggio la Comdata di Guasticce, il call center che dal settembre scorso ha rilevato l'attività della People care, che aveva chiuso nel maggio 2015 licenziando 341 persone.
Oggi la Comdata dà lavoro a 165 addetti ed è in cerca di ulteriori commesse.
 
"Sono qui - ha detto il presidente Rossi - alla dirigenza e ai dipendenti, per complimentarmi con voi e per ringraziare Comdata. Ci siamo visti in momenti peggiori e da allora qualcosa siamo riusciti a fare grazie all'impegno del sindaco, dei lavoratori, del Governo e anche grazie a quello della Regione. Credo che possiamo continuare a darvi una mano, sostenendo sia l'azienda che i lavoratori rimasti senza sussidi. Prima di tutto vi invito a comunicare ai vostri ed colleghi senza lavoro che ad aprile uscirà il bando regionale per i lavori socialmente utili. Si tratta di 3 milioni di euro destinati a sostenere 600 lavoratori nelle tre aree di crisi toscane. All'azienda dico che la Regione è disponibile a verificare se esistono possibilità di svolgere nuove commesse, magari commissionate dal sistema sanitario regionale".
 
E mentre l'opportunità rappresentata dal bando per i lavori di pubblica utilità Rossi l'ha presentata anche alla rappresentanza sindacale con la quale si è incontrato, il dialogo con la dirigenza si è sviluppato sulla possibilità di informare i cittadini su vaccinazioni, screening e altre opportunità offerte dal servizio sanitario regionale, tramite il contatto diretto attraverso il telefono e non più tramite lettera. Una possibilità che sarà oggetto di offerta da parte di Comdata e che il presidente Rossi ha detto che la Regione sarà disponibile ad esaminare.
 
Il presidente ha voluto infine ricordare che proprio grazie alla richiesta dei lavoratori del call center e alle sollecitazioni della Regione il Parlamento ha da un mese approvato la clausola sociale sui call center secondo la quale in caso di successione di imprese nell'appalto con uno stesso committente vanno rispettate le condizioni previste dai contratti di lavoro quanto al reimpiego degli addetti.
 

  • Condividi
  • Condividi
Questo contenuto è stato archiviato sotto Lavoro e formazione, Economia

Seguici su Facebook Twitter Google+ YouTube Flickr Instagram RSS

Contenuto Web

Enrico Rossi Presidente
Monica Barni Vice Presidente
Vittorio Bugli Presidenza
Vincenzo Ceccarelli Territorio
Stefano Ciuoffo Economia
Federica Fratoni Ambiente
Cristina Grieco Istruzione
Marco Remaschi Agricoltura
Stefania Saccardi Sanità


L'agenda della Giunta

Con Enrico Rossi - Mappa

App Toscana Notizie (versioni per iOS e Android)

WhatsApp Toscana Notizie - 366-6694483

Telegram Toscana Notizie - 366-6694483

Facebook Toscana Notizie - Pagina ufficiale

Le Storie della domenica

Contenuto Web
scarica »
- Diario 2015 del Treno della Memoria
scarica »
- Storie di piatti e territori
scarica »
- La Toscana digitale