Salta al contenuto

Rossi agli imprenditori aretini: "Aiuteremo le imprese dinamiche"

28 febbraio 2014 | 12:55
Scritto da Tiziano Carradori
 


AREZZO - "Sono profondamente convinto che per darvi una mano dobbiamo utilizzare subito, e tutti, i fondi comunitari che avremo a disposizione per aiutare le imprese dinamiche, che investono, creano occupazione, si internazionalizzano, perchè quando c'è carenza d'acqua è opportuno utilizzarla sui terreni fertili. Aiuteremo le imprese, indipendentemente dalla loro dimensione, impiegando 800 milioni di fondi europei, mentre 300 milioni andranno a chi innova e chi ricerca, senza dimenticare settori come il commercio, il turismo e l'agricoltura per la quale ci siamo assicurati 90 milioni in più rispetto al settennato precedente".
 
Lo ha detto, interrotto cinque volte dagli applausi dei presenti che hanno mostrato di condividere le scelte regionali, il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, durante il primo degli appuntamenti della quindicesima tappa del suo "Viaggio in Toscana" che lo vedrà per l'intera giornata in provincia di Arezzo.
 
Accompagnato dall'assessore regionale ad infrastrutture e trasporti, Vincenzo Ceccarelli, in palazzo comunale ha ascoltato gli interventi del sindaco Giuseppe Fanfani, del prefetto Saverio Ordine e delle autorità locali, oltre a quelli dei rappresentanti del sistema economico aretino.
 
"L'effetto moltiplicatore dei fondi europeri - ha precisato il presidente - è stimato in 3 o 3,5. Contiamo quindi di garantire investimenti in Toscana per circa 3 miliardi di euro. Dobbiamo capirci tra istituzioni e imprenditori, senza rimanere vittime delle pastoie burocratiche, ma facendo sì che i fondi comunitari non si riducano ad una poltiglia indistinta".
 
Rispondendo alle varie sollecitazioni ricevute, Enrico Rossi ha invitato poi gli imprenditori presenti a predisporre insieme all'assessore regionale Vincenzo Ceccarelli una piattaforma sulle infrastrutture aretine ed ha annunciato il varo, entro giugno, di una legge regionale "in salsa toscana" sulla formazione. Ha mostrato quindi di apprrezzare "la suggestione rappresentata dal progetto relativo al binomio moda-oro, su cui la Regione può impegnarsi".
 
Tra i settori su cui puntare non può mancare quello turistico per il quale "l'Irpet stima una crescita in Toscana del 40% da qui al 2030".
 
La chiusura l'ha dedicata ad un appello agli imprenditori. "Occorre mandare avanti in ogni ambito - ha detto - una nuova generazione, che dobbiamo affiancare per trasmettergli insegnamenti, senza pensare che dopo di noi ci sia il diluvio, e senza nascorderla dietro di noi".
 

  • Condividi
  • Condividi
Questo contenuto è stato archiviato sotto Istituzioni, Economia

Seguici su Facebook Twitter YouTube  Instagram RSS

Contenuto Web

Enrico Rossi Presidente
Monica Barni Vice Presidente
Vittorio Bugli Presidenza
Vincenzo Ceccarelli Territorio
Stefano Ciuoffo Economia
Federica Fratoni Ambiente
Cristina Grieco Istruzione
Marco Remaschi Agricoltura
Stefania Saccardi Sanità


L'agenda della Giunta

servizio antincendi boschivi

Leggere in Toscana

App Toscana Notizie (versioni per iOS e Android)

WhatsApp Toscana Notizie - 366-6694483

Facebook Toscana Notizie - Pagina ufficiale

Le Storie della domenica

Contenuto Web
scarica »
- Per la storia di un confine difficile

scarica »
- La Regione dopo la riforma

scarica »
- Toscana BXL

 scarica »

- Agrifood toscano:
qualità, benessere e innovazione
scarica »
- La violenza anche se non
si vede si sente
scarica »
- Una Toscana da leggere
scarica »
- Treno della Memoria 2015
scarica »
- Storie di piatti e territori
scarica »
- La Toscana digitale
scarica »
- La memoria tutto l'anno
scarica »
- La Toscana in chiaro
scarica »
- E' tutto un altro clima
scarica »
- Cosa insegna il fiume
scarica »
- Arrivano dal mare