Salta al contenuto

Rossi in Consiglio sull'aggressione ai CC: 'La giustizia faccia il suo corso, ma dare presto risposta al bisogno di regole e tutele'

27 aprile 2011 | 11:16
Scritto da Susanna Cressati
 


FIRENZE - "In primo luogo dobbiamo chiedere che la giustizia faccia il suo corso e che garantisca con rigore e serietà un giusto processo. Chi ha sbagliato è giusto che paghi, senza sconti né giustificazioni. Bisogna agire con senso della misura e con rispetto, sapendo cogliere il profondo desiderio di giustizia che tutti sentiamo. C'è poi un interrogativo inquietante che riguarda la società toscana, e che dobbiamo porci. Non possiamo infatti non riflettere sulle dimensioni sociali di quanto accaduto. E' qualcosa che ci chiama in causa, come genitori in primo luogo, ma anche come rappresentanti delle istituzioni, ciascuno per la propria responsabilità".

Questi alcuni dei passaggi dell'intervento che il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha pronunciato stamani in Consiglio regionale sul gravissimo episodio dell'aggressione a due carabinieri da parte di quattro ragazzi reduci da un rave party nel grossetano.

Dopo aver ribadito la piena solidarietà all'Arma dei carabinieri, ai feriti e alle loro famiglie – nei giorni scorsi l'aveva espressa anche al generale Gallitelli, comandante dell'Arma, e ai militari della stazione di Pitigliano -, il presidente Rossi ha proseguito: "Questo episodio gravissimo, questa aggressione vigliacca portata con furia e violenza inaspettate e sconvolgenti ha ferito tutta la Toscana, lasciando tutti sbigottiti e con un sentimento di inadeguatezza. Mi rode una domanda che mi è stata rivolta: cosa è potuto accadere a ragazzi 'normali'?. Ragazzi che poi i genitori scoprono non essere tali e che vediamo compiere gesti di questo tipo, dedicarsi a trasgressioni e a una dimensione ludica che hanno un carattere distruttivo e autodistruttivo. Questa vicenda sembra quasi un vortice, che non può non preoccuparci, preparatorio di un esito finale quasi scontato. Qualcosa di diverso da ciò che sta nella dimensione della festa e in quella giovanile".

"Dobbiamo riannodare il rapporto con il mondo dei giovani – ha affermato -, rimettere al lavoro i nostri servizi, i nostri esperti, le agenzie educative che di questo mondo si occupano. Rimettere al centro, come abbiamo cominciato a fare, il tema dei giovani, dei modelli che trasmettiamo. Senza nessuno scarico di coscienza e senza nessun segnale repressivo, penso infine che dovremo farci carico di un bisogno di tutela non sufficientemente salvaguardato dalla legislazione vigente. Leggendo i giornali, leggendo le stesse dichiarazioni del sindaco di Sorano mi sono chiesto che cosa possiamo fare in termini di regolazione. Penso che in primo luogo debba muoversi il Parlamento, che ha competenze sulla sicurezza. La Regione Toscana può avanzare una proposta in tal senso: l'Europa ha legiferato, Germania, Olanda, Belgio, Francia, Inghilterra hanno legiferato per ricondurre entro regole una attività molto spinta sul versante trasgressivo, a tutela dei cittadini che stanno intorno a questi eventi, ma anche di chi vi partecipa".

"E' inoltre possibile prendere come Regione – ha concluso - un'iniziativa sotto il profilo della tutela della salute, regole minime di tutela. Cosa che può consentire ai sindaci forme di controllo in termini di attività di polizia amministrativa. Dobbiamo stare sul tema, con unità di intenti; non possiamo lasciar correre, ma dobbiamo rispondere a un bisogno di rappresentanza che proviene da una società toscana sbigottita e allarmata a cui dobbiamo insieme dare risposte adeguate".


  • Condividi
  • Condividi
Questo contenuto è stato archiviato sotto Istituzioni

Seguici su Facebook Twitter YouTube  Instagram RSS

Contenuto Web

Enrico Rossi Presidente
Monica Barni Vice Presidente
Vittorio Bugli Presidenza
Vincenzo Ceccarelli Territorio
Stefano Ciuoffo Economia
Federica Fratoni Ambiente
Cristina Grieco Istruzione
Marco Remaschi Agricoltura
Stefania Saccardi Sanità


L'agenda della Giunta

servizio antincendi boschivi

Leggere in Toscana

App Toscana Notizie (versioni per iOS e Android)

WhatsApp Toscana Notizie - 366-6694483

Facebook Toscana Notizie - Pagina ufficiale

Le Storie della domenica

Contenuto Web
scarica »
- Per la storia di un confine difficile

scarica »
- La Regione dopo la riforma

scarica »
- Toscana BXL

 scarica »

- Agrifood toscano:
qualità, benessere e innovazione
scarica »
- La violenza anche se non
si vede si sente
scarica »
- Una Toscana da leggere
scarica »
- Treno della Memoria 2015
scarica »
- Storie di piatti e territori
scarica »
- La Toscana digitale
scarica »
- La memoria tutto l'anno
scarica »
- La Toscana in chiaro
scarica »
- E' tutto un altro clima
scarica »
- Cosa insegna il fiume
scarica »
- Arrivano dal mare