Salta al contenuto

Rossi: "Livorno e la Toscana ce la faranno"

12 febbraio 2016 | 18:30
Scritto da Tiziano Carradori
 


LIVORNO - "Sono davvero onorato e molto orgoglioso di aver vissuto da presidente questi anni difficili. Sono orgoglioso della capacità di reazione dei livornesi e convinto che Livorno e la Toscana ce la faranno".

Il presidente Enrico Rossi non nasconde le difficoltà della zona costiera e dell'area labronica ma declina i motivi che lo inducono ad "avere fiducia nel futuro e a combattere per cambiare la realtà" convinto com'è che "a Livorno non ci sono soltanto situazioni di crisi".

E di fronte alla folta platea accorsa alla presentazone del bando per la realizzazione del primo lotto della Darsena Europa, snocciola i motivi che lo inducono all'ottimismo. Tra questi, le azioni per sviluppare l'intera area portuale con il collegamento ferroviario tra la darsena e la rete ferroviaria nazionale, grazie ala creazione i circa 4 chilometri di nuova linea ferroviaria a fianco dell'attuale, che collegheranno la nuovissima stazione di Livorno Darsena per permettere l'arrivo e la partenza di convogli completi senza bisogno dell'attuale cambio da trazione diesel a elettrica presso la stazione di Calambrone. Rossi si è poi recato al gate della darsena Toscana per un sopralluogo sul cantiere accompagnato dall'ingegner Sestini e dagli altri tecnici di RFI , ricordando come si stia progettando il cavalcavia ferroviario e che entro l'anno si conta di mettere a gara i relativi lavori.

Il presidente ha confermato sia il finanziamento regionale per la realizzazione della Darsena Europa che quello governativo da 50 milioni di euro per il quale ha ricevuto rassicurazioni dal sottosegretario Lotti che lo porterà il 20 febbraio prossimo all'approvazione del Cipe. 

"Il progetto della Darsena Europa - ha concluso Enrico Rossi - renderà il Porto di Livorno straordinariamente moderno e attrattivo. È per questo che noi andiamo avanti dritti senza temere le critiche di chi pensa che sia troppo grande o che i fondali li vogliamo troppo profondi. Piuttosto dobbiamo stare attenti a non ridimensionare le nostre ambizioni per non dare una mano a La Spezia, Genova e Savona, cioé ai nostri diretti concorrenti. Facciamolo e facciamolo grande. Noi vogliamo un grande porto perché questa città sulla portualitá può sfidare il mondo".


  • Condividi
  • Condividi
Questo contenuto è stato archiviato sotto Infrastrutture e trasporti, Lavoro e formazione, Economia

Seguici su Facebook Twitter Google+ YouTube Flickr Instagram RSS

Contenuto Web

Enrico Rossi Presidente
Monica Barni Vice Presidente
Vittorio Bugli Presidenza
Vincenzo Ceccarelli Territorio
Stefano Ciuoffo Economia
Federica Fratoni Ambiente
Cristina Grieco Istruzione
Marco Remaschi Agricoltura
Stefania Saccardi Sanità


L'agenda della Giunta

Con Enrico Rossi - Mappa

App Toscana Notizie (versioni per iOS e Android)

WhatsApp Toscana Notizie - 366-6694483

Telegram Toscana Notizie - 366-6694483

Facebook Toscana Notizie - Pagina ufficiale

Le Storie della domenica

Contenuto Web
scarica »
- Diario 2015 del Treno della Memoria
scarica »
- Storie di piatti e territori
scarica »
- La Toscana digitale