Salta al contenuto

Simoncini a Ponte a Egola visita il distretto conciario

14 aprile 2011 | 15:57
Scritto da Barbara Cremoncini
 


FIRENZE – Il distretto conciario e in particolare la realtà e le prospettive delle imprese che lavorano la vera pelle conciata al vegetale sono stati al centro della visita dell'assessore alle attività produttive Gianfranco Simoncini a Ponte a Egola. L'assessore si è incontrato oggi con Simone Remi, nuovo presidente del Consorzio vera pelle conciata al vegetale, che raggruppa 23 concerie specializzate in questa produzione di nicchia, conosciuta e apprezzata sui mercati mondiali.

La concia vegetale è un metodo tradizionale, andato perduto quasi ovunque, che solo in Toscana continua ad essere praticato e che rappresenta uno degli elementi di eccellenza toscani che continua ad essere molto apprezzato nel settore della moda mondiale per la produzione di accessori quali scarse, borse, cinture.

L'assessore ha sottolineato l'importanza, per l'economia regionale, di una realtà qualificata e di eccellenza, che coniuga tradizione e nuove tecnologie, a servizio dell'intero sistema moda. "Abbiamo deciso - ha detto l'assessore - di lavorare insieme, ad un progetto pilota sulla pelle conciata al vegetale per favorire la promozione del prodotto e la qualificazione della filiera, per sostenere e diffondere una cultura della qualità e dell'innovazione".

Dopo aver visitato gli impianti produttivi di alcune delle aziende associate, l'assessore ha poi incontrato anche i vertici dello storico Consorzio conciatori di ponte a Egola, per una visione complessiva della situazione del distretto. "Abbiamo avviato un confronto – ha spiegato Simoncini – a partire dai contenuti del piano regionale di sviluppo e sulle strategie per il rilancio del manifatturiero in Toscana. Il confronto ruoterà attorno alla costruzione del Piano integrato di sviluppo per il settore moda, che vede nella pelle uno dei pilastri portanti. Un segmento che oggi appare in fase di ripresa e che appare particolarmente propenso all'innovazione, leva indispensabile per la ripresa e lo sviluppo. Il Pis è uno strumento previsto dal Prs e prevede che siano attivati tavoli specifici per approfondire e definire, insieme alle realtà imprenditoriali locali, specifici interventi per lo sviluppo del distretto".


  • Condividi
  • Condividi
Questo contenuto è stato archiviato sotto Lavoro e formazione, Economia

Seguici su Facebook Twitter YouTube  Instagram RSS

Contenuto Web

Enrico Rossi Presidente
Monica Barni Vice Presidente
Vittorio Bugli Presidenza
Vincenzo Ceccarelli Territorio
Stefano Ciuoffo Economia
Federica Fratoni Ambiente
Cristina Grieco Istruzione
Marco Remaschi Agricoltura
Stefania Saccardi Sanità


L'agenda della Giunta

servizio antincendi boschivi

Leggere in Toscana

App Toscana Notizie (versioni per iOS e Android)

WhatsApp Toscana Notizie - 366-6694483

Facebook Toscana Notizie - Pagina ufficiale

Le Storie della domenica

Contenuto Web
scarica »
- Per la storia di un confine difficile

scarica »
- La Regione dopo la riforma

scarica »
- Toscana BXL

 scarica »

- Agrifood toscano:
qualità, benessere e innovazione
scarica »
- La violenza anche se non
si vede si sente
scarica »
- Una Toscana da leggere
scarica »
- Treno della Memoria 2015
scarica »
- Storie di piatti e territori
scarica »
- La Toscana digitale
scarica »
- La memoria tutto l'anno
scarica »
- La Toscana in chiaro
scarica »
- E' tutto un altro clima
scarica »
- Cosa insegna il fiume
scarica »
- Arrivano dal mare