Agricoltura e Alimentazione
Economia
Turismo Agriturismo
27 novembre 2013
13:42

La Toscana verso l'Expo 2015: firmato all'accademia dei Georgofili il protocollo con Padiglione Italia

FIRENZE La Toscana si prepara alla grande esposizione universale che si terr a Milano nel 2015 e che avr come titolo "Expo 2015, Nutrire il Pianeta - Energia per la vita" . Oggi a Firenze, nella sede dell'Accademia dei Georgofili, stata firmata la convenzione fra il presidente della Regione, Enrico Rossi, e il Commissario per il Padiglione Italia, Diana Bracco.

 

Un evento importante che segna una sorta di "partenza ufficiale" del percorso che porter la Toscana ad una partecipazione in grande stile all'Expo. Una partecipazione che si intende corale e rappresentativa di tutta la Toscana nelle sue molteplici sfaccettature, con una cabina di regia guidata dall'assessore regionale all'agricoltura, Gianni Salvadori, che ha lavorato fin dall'inizio affinch la partecipazione toscana all'Expo sia una partecipazione "di sistema" e rappresenti la Toscana in tutte le sue componenti.

 

L'obiettivo quello di presentare al mondo la straordinaria ricchezza dell'offerta toscana, sia sul piano agroalimentare, sia su quello turistico, storico, artistico e culturale, ma anche di far conoscere la Toscana della scienza e quella dell'innovazione, che vanta eccellenze in grado di competere a livello mondiale.

 

La Toscana sar presente a Milano, con uno stand di 240 mq, situato proprio all'ingresso del Padiglione Italia, ma l'intento anche quello di superare la dimensione fieristica e di attrarre in Toscana almeno 1 milione di quei 20 milioni di visitatori che si stima arriveranno in Italia per l'Expo 2015.

 

E la Toscana gioca anche una carta particolare, quella di aver contribuito ad "inventare" le Esposizioni Universali, perch proprio a Firenze si tenne la prima esposizione italiana nel 1861, affidata a Cosimo Ridolfi, presidente dell'Accademia dei Georgofili, che fu inaugurata da Vittorio Emanuele II alla stazione Leopolda ed ebbe uno straordinario successo.

 

"Conservazione e creativit " il tema scelto dalla Toscana per la sua partecipazione e un logo, rappresentato da una vela stilizzata (che richiama il profilo della Toscana) con i colori dell'Expo, saranno la cornice ideale per rappresentare il "sistema Toscana" e richiamare l'attenzione su questioni decisive per il futuro (demografia, educazione, prevenzione di malattie, qualit dell'alimentazione, ecc.), l'uso delle risorse naturali, la prevenzione degli effetti dei cambiamenti climatici, ed in generale la sostenibilit dei modelli di sviluppo (es. in termini di innovazione, energia, produttivit , inquinamento, biodiversit , sistemi di welfare, ecc.).

 

La convenzione con il Padiglione Italia firmata oggi, che regolamenta l'uso dei marchi e la partecipazione alla mostra permanente sull'Italia delle Regioni, sar seguita da step ulteriori che permetteranno una presenza importante non solo in occasione della manifestazione fieristica, ma che consentiranno alla Toscana intera di presentarsi, in definitiva, come "Laboratorio del buon vivere" e la facciano conoscere e apprezzare per il ruolo che ha dimostrato di saper svolgere verso la crescita sostenibile e la green economy. L'investimento deliberato dalla giunta regionale in occasione dell'approvazione del protocollo di 500 mila euro.