Economia
Infrastrutture e mobilità
Lavoro
20 dicembre
18:55

Le idee di Rossi per lo sviluppo della Versilia

Le idee di Rossi per lo sviluppo della Versilia

PIETRASANTA (Lu) Un progetto per la Versilia, con precisi e prioritari obiettivi. Sarebbe questo un modo convincente per presentarsi con maggiori probabilit di essere ascoltati da Bruxelles a Roma, dall'Unione Europe al Governo e al Parlamento nazionale. E' questa la proposta che il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha sottoposto a numerosi presenti all'incontro con le categorie economiche che si svolto nel tardo pomeriggio a Pietrasanta al termine dalla tappa versiliese del suo Viaggio in Toscana.

Interventi per la tutela della risorsa idrica, sul lago di Massaciuccoli, sulla passeggiata di Viareggio, la questione dei balneari, la presenza delle cave all'interno del Parco e i collegamenti ferroviari: questi i temi affrontati dal presidente della Regione nel corso dell'incontro.

"La Regione ha detto il suo presidente un fratello maggiore che d mano quando c' bisogno, aiutando le amministrazioni locali a realizzare progetti di valenza regionale. Ai primi posti vedo la questione dell'adeguamento delle reti fognarie e dei depuratori, una misura che serve anche a salvaguardare la qualit delle acque marine e lacustri. Ma le amministrazioni locali devono realizzare rapidamente gli interventi necessari. La passeggiata di Viareggio un'attrazione da valorizzare grazie ai 9 milioni di investimenti. Quanto le concessioni balneari devono essere sottoposte a gara ma tenendo conto di ci che stato fatto per la valorizzazione degli stabilimenti. Cos dovrebbe essere possibile riconoscere un diritto di prelazione, in modo da privilegiare chi veramente d lavoro e vive di questa attivit , evitando lo sbarco sulle nostre coste delle multinazionali del turismo".

Il presidente ha poi affrontato il tema delle attivit estrattive dentro il Parco delle Apuane, che sarebbe sbagliato pensare di bloccare, ma che occorre regolamentare con alcuni accorgimenti per non creare danni ambientali irrimediabili. La strada quella di un processo partecipativo che la Regione avvier presto per arrivare cogliere questo obiettivo.

Infine i collegamenti ferroviari con Firenze, osservando quanto sia anacronistico in epoca di Alta velocit impiegare pi di due ore per raggiungere la Versilia da Firenze.

"La Regione ha aperto ha concluso Rossi questa battaglia per migliorare il trasporto regionale e renderlo efficiente e decoroso. Andr fino in fondo e nel 2014 andremo alla gara per l'affidamento del servizio e la vogliamo davvero competitiva per rompere il monopolio delle Ferrovie dello Stato e migliorare il servizio in Toscana. Nell'intero territorio servirebbero 800 milioni per interventi sulla rete e per l'acquisto di nuove carrozze. Sarebbe possibile farlo se anche il Governo decidesse di investire nel trasporto pubblico locale".

Proprio in questi giorni in discussione la possibilit di attivare un nuovo collegamento intercity tra Firenze, Pisa e Genova. Non certo una soluzione risolutiva, ma il primo passo sulla strada della velocizzazione e di un adeguato collegamento tra la Versilia e Firenze.