Cultura
11 luglio
8:53

Teatro e carcere, Barni: "Trent'anni di Fortezza, un successo costruito con la Regione al fianco"

Teatro e carcere, Barni:

FIRENZE - "Possiamo dire, con soddisfazione, che la Compagnia della Fortezza ha inaugurato la sua attività insieme e con la Regione al suo fianco. E' importante sottolineare questo elemento in quanto possiamo consapevolemente affermare che, insieme, abbiamo affrontato momenti difficili, attimi di soddisfazione, anni in cui ci siamo sentiti pionieri ed anni in cui ci siamo sentiti combattenti. Forse questo trentesimo anno ci vede di nuovo combattenti, uniti, con tutti gli attori del sistema pubblico territoriale e non, per raggiungere il prestigioso obbiettivo di costruire il Teatro Stabile nella Fortezza di Volterra".

Così l'assessore e vice presidente della Regione Monica Barni, alla presentazione, oggi in Regione, degli eventi organizzati in occasione del progetto speciale triennale per i trent'anni della Fortezza, la compagnia che lavora e porta il teatro nel carcere di Volterra. Con l'assessore alla cultura e vice presidente della Toscana Monica Barni, sono intervenuti il garante dei diritti dei detenuti della Regione Franco Corleone, l'assessore alla culture e artigianato del Comune Dario Danti, il direttore dell'associazione di Fondazioni e di Casse di risparmio Giorgio Righetti, il consigliere della Fondazione Cassa di risparmio di Volterra Lilla Silvi, il direttore dell'ufficio detenuti e trattamento del Provveditorato Toscana-Umbria Amministrazione Penitenziaria Angela Venezia ed Armando Punzo, direttore artistico della Compagnia.

L'evento di punta delle attività estive 2019 di "Trent'anni di fortezza" sarà "Naturae-ouverture", il nuovo lavoro, in scena dal 30 luglio al 3 agosto, nella fortezza medicea e casa di reclusione di Volterra.

Naturae-ouverture è una produzione di Carte Blanche e Tieffe Teatro con il sostegno di MiBACT, Regione Toscana, Associazione di Fondazioni e Casse di Risparmio spa, Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra, Comune di Volterra, Comune di Pomarance e Ministero della Giustizia-Casa di Reclusione di Volterra.

Quella di Volterra è un'esperienza unica, sia in Italia che all'estero, con unna valenza culturale ma anche sociale, per portare l'attenzione sui temi della detenzione carceraria. 

Vai alla Gallery 

Nelle risorse correlate il comunicato generale