Editoria
18 gennaio 2017
9:41

Un libro sullo scaffale e in valigia

Il treno della memoria dura tutto l'anno. La memoria vive infatti solo se alimentata e se fila di continuo nuovo tessuto, come un telaio la sua tela.  La memoria come un testimone in una staffetta: vive nel passaggio tra una generazione e l'altra, tra chi ha patito, chi ha visto e chi ha ascoltato ma continua a farsi testimonianza viva. Vive del passaparola.

In tutto questo libri (e film) sono importanti. Il treno toscano parte, dal 2005, solo ogni due anni. Il viaggio, quello fisico,  si consuma in cinque giorni. Ma l'altro viaggio, quello nella memoria e nel labirinto della coscienza, inizia prima, con gli incontri e il lavoro nelle scuole (e fuori dalle scuole). Inizia con un libro magari e con un altro libro pu continuare: libri per grandi e per piccini, per tutte le et . Libri famosi e meno famosi, che raccontano storie vicine e storie lontane.

Ve ne proponiamo alcuni, iniziando da quelli che i ragazzi dell'edizione 2017 del treno della memoria della Toscana, come sempre successo nelle nove edizioni passate, troveranno nello zainetto consegnato alla partenza.   

Perch dopo aver visto Auschwitz e Birkenau, come scriveva al ritorno Liliana in un twitter nel 2013 (lei che era una dei cinquecento allora sul treno toscano), "il compito pi difficile sar domani raccontarlo a mia nipote". Perch trasmettere importante quanto raccontare, soprattutto quando si parla di deportazioni e persecuzioni, affinch le parole e quello che stato possano insegnare.