Salute
21 marzo 2018
11:03

Stomizzati, un accordo tra Regione e Associazione toscana per migliorare l'assistenza

FIRENZE - Un accordo tra Regione Toscana e A.S.TOS, Associazione Stomizzati Toscani, per migliorare i percorsi diagnostico-terapeutici dei pazienti stomizzati. Lo hanno siglato stamani nella sede dell'assessorato, via Alderotti, l'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi e il presidente dell'associazione Paolo Cantini.

L'A.S.TOS. presente da anni in Toscana, e si impegna per la tutela e la salvaguardia delle persone stomizzate (circa 7.000 in regione), per dare loro condizioni di vita migliori, difendere gli ambulatori dedicati e la scelta dei dispositivi medici pi idonei.

Alla luce dei risultati ottenuti finora, e considerato il percorso sinergico di collaborazione, si ritenuto di stipulare questo accordo di collaborazione per migliorare il percorso del paziente stomizzato in tutte le fasi della sua condizione.

"La Regione Toscana - ha sottolineato l'assessore Saccardi - ritiene fondamentale l'apporto del volontariato e ricerca la collaborazione con il volontariato e il terzo settore, per mettere a punto politiche di salute sempre pi efficaci e diffuse. Grazie a questo accordo, con la collaborazione dell'Associazione  sar possibile realizzare una serie di azioni finalizzate ad accrescere le conoscenze dei bisogni dei pazienti stomizzati, e migliorare l'assistenza, agevolandoili nel percorso della malattia".

Regione Toscana e A.S.TOS. si impegnano afficnh l'integrazione tra le diverse politiche e servizi diventi prassi e cultura diffusa e permanente.

Cosa prevede l'accordo siglato stamani:

- ridefinire e aggiornare il PDTA (Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale) per le persone affette da stomia, approvato con Delibera di Giunta regionale n. 506/2008, anche alla luce della recente riorganizzazione del sistema sanitario toscano;
- aggiornare il vademecum dell'assistenza alla persona portatrice di stomia, con particolare riferimento ai servizi/presidi territoriali ed ospedalieri delle aziende sanitarie toscane;
- definire la carta di viaggio (travel card) personalizzata della persona portatrice di stomia quale strumento atto a facilitare la mobilit e l'accesso veloce a servizi indispensabili per i bisogni della persona, compreso il kit dei dispositivi medici per la sua autonomia ed igiene;
- operare nella riabilitazione fisica, psichica e sociale delle persone portatrici di stomia o comunque affette da incontinenza;
- svolgere ogni iniziativa per dare agli stomizzati le migliori condizioni di vita assicurando ad essi la messa a disposizione di personale esperto, piena assistenza sanitaria e consulenza tesa a facilitare la soluzione dei problemi che investono rapporti con le istituzioni;
- svolgere opera di sensibilizzazione e di corretta informazione riguardante la complessit dei problemi posti dalla presenza di una stomia presso le istituzioni regionali, provinciali, comunali, servizio sanitario nazionale e organi di informazione pubblici e privati.
- mantenere i rapporti con Istituzioni e Associazioni comunque interessati alle problematiche dell'Associazione.
- promuovere iniziative riguardanti la formazione e l'aggiornamento del personale medico e paramedico collaborando con enti e istituzioni disponibili a perseguire le citate finalit .